/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | domenica 04 febbraio 2018, 15:01

Le chiavi di Andora a Mirko Celestino per l'apertura dell’anno di “Andora Comune Europeo dello Sport 2018”

Una cerimonia di consegna toccante, nel corso della quale Mirko Celestino si è commosso per le parole della motivazione lette dal Sindaco Demichelis

Foto messe a disposizione per la pubblicazione da Enrico de Ghetaldi

Le “Chiavi di Andora” a Mirko Celestino, Commissario Tecnico della Nazionale di Mtb che ieri pomeriggio ha ricevuto dal sindaco di Andora Mauro Demichelis, il riconoscimento riservato a coloro che abbiano contribuito al bene della comunità e portato alto il nome di Andora in Italia e nel mondo.  Una cerimonia di consegna toccante, nel corso della quale Mirko Celestino si è commosso per le parole  della motivazione lette dal Sindaco Demichelis , accompagnate dai convinti applausi del pubblico formato dagli atleti di tutte le associazioni sportive di Andora riunite nel Palazzetto dello sport per l'apertura dell’anno di “Andora Comune Europeo dello Sport 2018” .

Associazioni  che hanno animato un’emozionante passerella sul palco  dell'evento insieme ai testimonial Marco Sferrazza, CAMPIONE paralimpico di MTB, MILENA GIANNELLI, campionessa di sollevamento pesi e Werther Secchi, campione di aquilonismo acrobatico.

A consegnare il premio a Celestino anche il Vice Prefetto, DOTTORESSA MARIA STEFANIA ORIODANTE.

MAURO Demichelis ha ripercorso la carriera di Celestino e ricordato il grande affetto che  la comunità di Andora ha per lui oltre che le qualità sportive.

“Mirko Celestino è un grande campione, un talento dello sport che ha portato alto il nome di Andora in Italia e all’estero, incarnando appieno i valori più importanti dello sport. – detto Mauro Demichelis-  Una carriera limpida e di successo che ci ha fatto sognare e tifare  per lui  prima con le sue vittorie e gli ottimi risultati nel ciclismo su strada e poi nella MTB.  Mirko Celestino è un vero talento, che ci ricorda i valori veri e i fondamenti dello sport : agonismo, impegno, fatica e nessuna scorciatoia di comodo. Mirko Celestino è  l'esempio di sportivo che vogliamo per i nostri figli”.  Commosso, Celestino ha voluto condividere il momento con il padre Giulio e ringraziarlo pubblicamente per quanto ha fatto per lui.

‘A sedici anni ho dovuto lasciare Andora per seguire la mia carriera di ciclistica, ma otto anni fa, sono tornato qui con la famiglia – ha detto Celestino – Sono molto impegnato come Commissario Tecnico della Nazionale, ma coltivo le nuove leve della MTB anche ad Andora con una scuola: i ragazzi possono allenarsi sui nostri bellissimi sentieri, dove in questi giorni ho portato in ritiro la Nazionale Azzurra  MTB e di Triathlon Cross e dove mi sono allenato, affinando le mie capacità tecniche. Un patrimonio naturale del nostro entroterra che questo sport contribuisce a tenere in ordine e pulito, anche in occasione delle gare che organizziamo.”

All'apertura dell’anno di “Andora, Comune Europeo dello Sport”, ha partecipato anche il  Vice Presidente della Regione Liguria e Assessore alla Sanità, Sonia Viale.

Il suo intervento è stato  anticipato dalla proiezione del video dedicato alla pratica della MTB, filmato  dall’Agenzia Regionale in Liguria sui sentieri di Andora. L'Assessore Viale  ha poi parlato, insieme a Enrico Cimaschi, Responsabile Aces Europa Italia Nord Ovest, del protocollo di intesa firmato che fa della Regione Liguria, la capofila di un progetto di promozione del territorio che ruota intorno ai temi dello Sport e del Benessere.

“Investire sulla prevenzione, sul benessere, sulla salute legata allo sport significa investire sul futuro, sui giovani e anche sulle fasce anziane della popolazione – ha detto l’ Assessore regionale Sonia Viale - un progetto che può avere molte ricadute economiche e turistiche perché con il nostro territorio, le strutture sportive ed il nostro clima 365 giorni l'anno, possiamo offrire davvero molto anche a coloro che devono fare cure riabilitative. Sport e benessere, quindi non solo prevenzione, ma anche recupero psico-fisico” Alla cerimonia è intervenuta anche Roberta Guglielmi, Sindaco di Vallebona e in rappresentanza dell’Arco del Benessere, Comunity 2019 che riunisce i comuni di Pigna, Perinaldo, Rocchetta Nervina, Dolceacqua, Seborga, San Biagio della Cima, Ospedaletti, Bordighera, Camporosso e al Comune francese di Saorgeza.

L'Assessore al Turismo del Comune di Alassio, Comune Europeo dello Sport 2017,  ha ufficialmente passato il testimonial ad Andora, sottolineando insieme al collega Assessore andorese Paolo Rossi, come questa ed altre iniziative, già realizzate con Andora e Albenga, sono fondamentali per una promozione  del comprensorio che è davvero efficace se si superano i campanilismi. 

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore