/ Savona

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Savona | domenica 04 febbraio 2018, 17:00

Elezioni 2018, la candidata Pd Anna Giacobbe: "Ripartiamo vicini ai cittadini che hanno difficoltà"

La deputata uscente vadese in questa tornata elettorale sarà candidata al plurinominale al Senato alle spalle di Vito Vattuone

La deputata uscente del Partito Democratico Anna Giacobbe in questa tornata elettorale sarà candidata al plurinominale al Senato al secondo posto dietro al segretario regionale Vito Vattuone e ai microfoni di Savonanews ha raccontato la sua esperienza in Parlamento, la situazione dei dem legata alle tensioni interne sulle candidature e spazio anche alla campagna elettorale molto legata al territorio.

"C'è stata una discussione difficile che ora si è chiusa con la presentazione delle liste, su come funziona il nostro Partito avremo tempo per discutere dopo, ora ci presentiamo tutti quanti insieme per offrire agli italiani un'offerta politica, qualcosa che a loro possa servire per sentirsi rappresentati in Parlamento. La composizione delle liste è stata molto accentrata e ha tenuto conto largamente però delle indicazioni che aveva dato la federazione, gli iscritti al Pd di Savona e di questo sono contenta".

"Mi interpreto come deputata del territorio in questo caso più grande perchè il plurinominale Senato riguarda tutta la regione, c'è bisogno a livello nazionale, in Parlamento, nelle scelte di Governo, che si adottino dei provvedimenti utili a questo territorio e alle persone che ci vivono. Nella passata legislatura mi sono occupata di argomenti che riguardano la vita materiale, le persone, le questioni del lavoro, delle pensioni, del contrasto alla povertà" continua la Giacobbe.

Il Partito Democratico negli ultimi anni ha perso tanti consensi a favore del centrodestra come mai si è creata questa situazione?

"Io credo che abbia perso consensi a favore dell'astensione, il centrodestra si è affermato in una situazione nella quale noi abbiamo perso molti votanti. C'è stata una situazione nella quale ha prevalso la delusione e la sfiducia in una parte non tutti gli elettori, molti hanno continuato a guardare alle nostre scelte, alle cose che abbiamo fatto con attenzione e questa cosa si vedrà al voto. Dobbiamo ripartire dalle condizioni di difficoltà che le persone hanno e soprattutto nel vedere un futuro, un avvenire, abbiamo fatto cose buone ma c'è un distacco e dobbiamo capire come migliorare e dove vogliamo portare questo paese. Abbiamo le carte in regole per dire che abbiamo le competenze e anche la volontà di fare scelte giuste che aiutano le persone e la comunità a vivere meglio".

 

 

 

 

La Lega ha candidato Matteo Salvini seguito dall’avvocato Giulia Bongiorno, Liberi e Uguali il deputato uscente Stefano Quaranta, Forza Italia il coordinatore del partito in regione e deputato uscente Sandro Biasotti, Fratelli d’Italia l’avvocato Antonio Opicelli, il M5s il deputato uscente Matteo Mantero quali saranno i rivali più temibili?

"Non temo nessuno, li rispetto tutti, spero che avremo una discussione corretta, che aiuti davvero a scegliere ciascuno dei cittadini e delle cittadine che ci ascolteranno in questa campagna elettorale e che vorranno farsi una propria opinione".

Cosa è stato fatto in questi anni dal Pd e su cosa si potrà migliorare?

"Si è fatto molto per quanto riguarda l'avanzata dei diritti civili e sociali, sono state fatte cose importanti per correggere la riforma Fornero, bisogna riformare l'istituto di previdenza che non sta funzionando come i cittadini chiedono, andare avanti  in una politica di incentivazione di assunzioni, di riduzione del costo del lavoro a tempo indeterminato. Possiamo fare ancora molto per il contrasto alla povertà abbiamo fatto una buona legge e trovando altre risorse si potrà investire nel tema della politica per la casa oltre alla difesa dei consumatori".

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore