/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Causa limiti circolazione centro città Milano per inquinamento, euro 3 fap, vendo perfetta C5 2.2, automatica, pelle,...

Selezioniamo collaboratori ambo i sessi di età min. 23 anni, per lo sviluppo del mercato di sanità integrativa per...

Scooter usato con tettino parapioggia batterie ok funziona tutto con gomme e camera d`aria.

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | martedì 13 febbraio 2018, 10:15

Parcheggi blu ad Alassio: aumenti di tariffe e affidamento in house, potrebbe esserci un periodo transitorio senza gestore?

L'ipotesi con parcheggi blu gratis ad Alassio alletterebbe molti automobilisti, L'amministrazione risponde ai dubbi sul tema parcheggi e su questa possibilità precisa: "Si tratta di un servizio di rilevanza pubblica. È, pertanto un’ipotesi poco probabile"

Nessuna offerta per la gestione degli stalli blu ad Alassio ed il comune valuta la possibilità di una gestione in house (vedi articolo). E se da un lato si è deliberato in giunta la volontà di provvedere ad aumento delle tariffe orarie che, secondo le previsioni, passeranno da 1,50 a 2 euro all’ora per la tariffa ordinaria (la tariffa agevolata sarà di 1 euro l’ora per i proprietari di seconde case o a componente dello stesso nucleo familiare - 50 centesimi per i titolari di imprese, lavoratori dipendenti nel territorio comunale - 25 centesimi per i residenti), dall'altra ci si chiede quanto sia possibile, in effetti, procedere con un affidamento in house dei parcheggi e cosa possa comportare il passaggio.

I dubbi sorgerebbero in particolare sulla possibilità stessa di affidare in house tale servizio sulla base della legge Madia. Su tale questione  l’amministrazione comunale risponde: “L’affidamento in house rappresenta una delle modalità che la legge prevede, che noi stiamo valutando.”.

Così come si stanno valutando le questioni inerenti agli aspetti più “concreti”, dalla necessità della Gesco di adeguarsi e organizzarsi per tale gestione, agli eventuali obblighi di assunzione di nuovi dipendenti (in particolare degli attuali Sct- società che attualmente gestisce i parcheggi).

È intenzione dell’amministrazione procedere con l’affidamento in house, come peraltro già affermato alla luce dei recenti sviluppi. Per procedere in tal senso ci sono clausole sociali che i dirigenti valuteranno nei termini di legge” spiega l’amministrazione.

Altra considerazione quella legata al bilancio (tra i punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale) dove è inserita la somma che sarebbe dovuta entrare nelle casse comunali con l’affidamento - attraverso il bando di gara andato poi deserto-  della gestione dei parcheggi. I timori che, annullando il bando e affidando il servizio in house, potrebbe non entrare la stessa cifra. Le rassicurazioni dell’amministrazione arrivano anche in tal senso “Nulla è cambiato per quanto concerne il capitolato: a bilancio c’è sempre la medesima cifra”.

Infine, il timore - o magari la speranza di qualcuno - anche che le difficoltà nel passaggio alle gestione "in house" potrebbe portare ad un "periodo transitorio" con i parcheggi blu senza un gestore (quindi gratis). Sul punto precisa e conclude l’amministrazione : “Il servizio è in proroga tecnica fino all’affidamento al nuovo gestore e si tratta di un servizio di rilevanza pubblica. È, pertanto un’ipotesi poco probabile che si arrivi ad un periodo nel quale gli stalli blu non avranno un gestore”.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore