/ Savona

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Savona | 16 febbraio 2018, 13:20

Savona, inaugurato il Baby Pit Stop in Comune: “Una scelta di civiltà”

Le neo mamme potranno allattare in una zona a loro dedicata all’interno del palazzo comunale

Savona, inaugurato il Baby Pit Stop in Comune: “Una scelta di civiltà”

Dopo l’inaugurazione a Palazzo Nervi anche il comune di Savona, il primo della Provincia, ha allestito una zona dove poter consentire alle neo mamme di potersi fermare ad allattare e cambiare il pannolino ai propri bambini.

Baby Pit Stop, questo il nome dell’iniziativa lanciata dall’Unicef e accolta dall’amministrazione comunale, in questo caso dall’assessore alle pari opportunità Barbara Marozzi in collaborazione con l’associazione “La Piazza” e le consigliere comunali Sabrina Karunaratne e Elisa Di Padova che aveva proposto l’iniziativa.

“Sarà un servizio fruibile per tutte le mamme spiega l’assessore Barbara Marozzi - è nel cuore della città sia per coloro che si recheranno in comune negli sportelli o per chi vorrà fare una passeggiata in centro. Non è stato facile costruirlo perchè l’abbiamo creato ex novo da zero con le nostre forze, è un onore collaborare con l’Unicef”.

 

La zona è raggiungibile dall’entrata principale di Palazzo Sisto dove all’interno sono presenti delle frecce che consentono di non perdersi nei meandri degli uffici comunali oppure più semplicemente si può accedere dall’ufficio anagrafe.

 

“Si tratta di un luogo presidiato, abbiamo reso la zona totalmente accessibile, la mamma ha totalmente la sua privacy, ovviamente si può migliorare se troveremo un ulteriore luogo lo sposteremo, lasciamo spazio alle mamme e alla loro voce ma c’è da dire che è stato curato nei minimi dettagli” continua la Marozzi.

Il presidente nazionale dell’Unicef Giacomo Guerrera è soddisfatto e incuriosito dai parcheggi rosa inaugurati qualche mese fa a Savona: “Si tratta di scelte di civiltà, è un’iniziativa alla quale teniamo particolarmente, l’allattamento è importante per la mamma e il bambino, dobbiamo far sì che non venga interrotta dopo 6 mesi, non hanno costo servono solo per creare accoglienza. È bene avere un punto riservato, i tempi sono cambiati, l’occhio indiscreto molto spesso da fastidio”.

 

La consigliere provinciale e comunale Elisa Di Padova era già stata fautrice a maggio del Baby Pit Stop nella sede della Provincia e aveva presentato questa iniziativa in comune come ordine del giorno approvato all’unanimità: “Un passo in avanti, ne siamo lieti, Savona ha ben due luoghi dove potersi fermare, è una scelta importante significa che le istituzioni hanno ben presente le problematiche e esigenze delle neo mamme che si trovano a dover fare i conti con tante cose nuove”.

L’associazione “La Piazza” si è presa a carico le spese e il Presidente Paolo Delfino ha illustrato le loro attività: “Siamo quasi più di 50 iscritti, tutta la città si sta interessando a noi, stiamo per organizzare un torneo di burraco con la finalità di regalare alla provincia di Savona un’altalena per i ragazzi disabili. Come inizio siamo molto soddisfatti”. 

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium