/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 19 febbraio 2018, 07:40

In arrivo il gelo russo, temperature simili a quelle del 1985

Una ondata di gelo eccezionale sta per abbattersi anche sull'Italia a partire dal prossimo 25 febbraio.

In arrivo il gelo russo, temperature simili a quelle del 1985

In arrivo il gelo russo, si attendono temperature rigide, simili a quelle del 1985.

Un’eccezionale ondata di gelo proveniente dalle steppe siberiane, infatti, come annunciato dal sito www.meteorivieraligure.it  avanzerà sull’Europa centrale a partire dal 24 Febbraio, portando temperature incredibili (fino a -25°C ad 850hPa) intorno all’arco alpino. Anche il Nord Italia verrà coinvolto da quest’ondata di gelo eccezionale, con valori fino -15°C ad 850hPa in Valpadana, fino a -12/-13°C anche in Liguria.

Il grande gelo irromperà sull'Italia non prima del 25 Febbraio, ma già in settimana l'inverno inizierà a farsi sentire sulle regioni settentrionali con un graduale abbassamento delle temperature che garantirà anche le prime nevicate in pianura tra Triveneto, est Lombardia e soprattutto Emilia Romagna.

Da giovedì 22 Febbraio il Nord Italia verrà interessato da una struttura depressionaria che richiamerà correnti orientali piuttosto fredde in grado di riportare la neve anche in pianura. In questa prima fase non dovrebbe essere interessare la Riviera Ligure, interessata prevalentemente da correnti secche settentrionali (ancora piuttosto miti) e nevicate sull'Appennino fino a quote collinari soprattutto sui versanti padani.

Da domenica 25 il colpo di scena: brusca entrata di aria gelida continentale proveniente dalla lontana Russia farà precipitare le temperature sottozero su tutte le regioni del Nord: valori che scenderanno sottozero anche abbondantemente su tutta la ValPadana ma anche sulla Liguria, con possibili giornate di gelo intenso fino al giorno 27 Febbraio. Non si attendono in questo frangente nevicate di rilievo perchè l'aria sarà prevalentemente secca e le deboli precipitazioni interessaranno soprattutto il comparto padano, l'Emilia e il Piemonte per l'effetto dello stau orografico dettato dai venti orientali.

Prima il grande freddo e poi potrebbe arrivare anche la neve, con il ritorno di correnti più miti occidentali che scorreranno sopra un "cuscino gelido" riportando la neve su tutto il Nord Italia fino in pianura e localmente anche sulle coste liguri.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium