/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | 19 febbraio 2018, 18:28

Massimo Morini centra l'obiettivo della Google Car: i Buio Pesto in un "angolo" di Street View

Il cantante genovese è riuscito ancora una volta a promuovere l'immagine della sua band in maniera singolare e divertente. Come? Facendosi immortalare dalla fotocamera del cliccatissimo servizio online con addosso la maglietta ufficiale del suo gruppo.

Massimo Morini centra l'obiettivo della Google Car: i Buio Pesto in un "angolo" di Street View

Massimo Morini colpisce ancora. Il frontman dei Buio Pesto, reduce dalla 28^ partecipazione personale al Festival di Sanremo (a cui, nel tempo, ha preso parte con diversi ruoli: direttore d'orchestra in primis), è riuscito ancora una volta a promuovere l'immagine della sua band in maniera singolare e divertente. Come? Facendosi immortalare dall'autovettura di Google Street view, il servizio di Google Maps che fornisce viste panoramiche e permette agli utenti di vedere parti di varie città del mondo grazie alle foto realizzate dalle macchine fotografiche collocate a bordo delle cosiddette "Google Cars".

A raccontare la simpatica scena è lo stesso Morini sul proprio profilo Facebook: "Ero a Viareggio l'estate scorsa, a Luglio - ha spiegato il leader dei Buio Pesto in un post con tanto di foto - appena parcheggiato ho visto da lontano l'autovettura di Google e ho capito che stavano facendo le nuove fotografie di Street View per Google Maps. In pochissimi secondi mi sono precipitato dalla mia automobile, l'ho aperta, ho preso ed indossato la maglietta dell'Anghezo Tour 2017 dei Buio Pesto e mi sono messo in posa".

"Sono passati 7 mesi ed ecco qua il risultato - ha aggiunto il recordman di presenze al Festival della musica italiana - ho messo messo due foto: quella del risultato e quella in cui ho affannosamente operato per ottenerlo. Per vedere tutta la sequenza degli eventi basta andare su Google Maps e digitare 'Via Giacomo Matteotti 60, Viareggio' ".

L'idea messa in scena dal cantante genovese ha comunque radici lontane:  "E questa è la seconda volta che ci finisco dentro - ha confidato il cantante genovese a proposito del servizio di Google - la prima fu 9 anni fa, ma mi accorsi della macchina di Google troppo tardi. Ma quel giorno ideai il piano che oggi è funzionato".

In conclusione del post un messaggio per tutti i suoi fan, corredato da un rimando al prossimo weekend: "MORALE: Un piano ben ideato e correttamente realizzato non può che funzionare. Sempre che qualcosa o qualcuno non lo impedisca. Ne riparliamo durante il prossimo weekend".

Novità all'orizzonte per Morini e i Buio Pesto? Per scoprirlo non resta che attendere ancora qualche giorno.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium