/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 20 febbraio 2018, 16:16

Privatizzazione degli ospedali, domani la Regione incontra i sindacati

In arrivo il bando per la privatizzazione, fino ad oggi 9 le manifestazioni di interesse. Giancarlo Bellini CGIL:" Domani chiederemo chiarimenti"

Privatizzazione degli ospedali, domani la Regione incontra i sindacati

In arrivo la prossima settimana sulla Gazzetta Ufficiale la pubblicazione del bando per l'affidamento della gestione degli ospedali di Albenga, Cairo e Bordighera.

Le preoccupazioni circa un aumento dei costi dei servizi sanitari ai cittadini, sul mantenimento dei posti di lavoro, sull'effettivo potenziamento degli ospedali e il mantenimento dei servizi e dei reparti essenziali per gli utenti (in primis il pronto soccorso) agita gli animi nonostante le rassicurazioni della Regione che ha visto l'assessore Sonia Viale confermare in più occasione che tra i parametri del bando saranno inseriti: la riapertura dei pronto soccorso e la garanzia della tutela dei lavoratori, da un punto di vista degli organici e contrattuale.

Domani le categorie sindacali saranno ricevute Regione per avere chiarimenti sulle misure che verranno adottate per garantire il personale impiegato nelle tre strutture.

Afferma Giancarlo Bellini CGIL: "L'incontro di domani con le categorie sindacali, probabilmente verterà sulle clausole di salvaguardia per i lavoratori che rappresentiamo anche se speriamo venga offerto un quadro più generale per capire che cosa sarà inserito all'interno di questo bando e che futuro dovremo aspettarci per gli ospedali liguri."

Negli scorsi mesi, nel frattempo, Alisa ha valutato alcune manifestazioni di interesse arrivate per la gestione degli ospedali, quella del Policlinico di Monza, del Centro ortopedico ligure, di Iclas Villa Azzurra di Rapallo, della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano, della Columbus clinic center di Milano, del Progetto 33- Iniziativa sanitaria veneta, del Policlinico San Donato, Général de santè, e da parte dell’Humanitas di Milano così come si legge sui quotidiani in ediola.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium