/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 20 febbraio 2018, 19:38

Accertamenti Tari ad Albenga, minoranza chiede un Consiglio straordinario per sospendere l'invio delle cartelle

Assessore Allaria e sindaco Cangiano: "Chiedono quello che abbiamo già fatto

L'accertamento massivo della Tari ad Albenga ha comportato controlli (posti in essere dalla ditta esterna incaricata, la Soget) a migliaia di Partite Iva ed imprenditori sul territorio che si sono visti effettuare sopralluoghi e conteggi che hanno portato a maxi-cartelle esattoriali per riscuotere la tassa non versata e le sanzioni relative per i 5 anni precedenti agli accertamenti.

Centinaia di migliaia di euro che molti imprenditori si sono trovati a dover pagare all'improvviso e che hanno messo a dura prova la stessa sopravvivenza delle loro imprese.

Da qui le richieste di spiegazioni, i ricorsi sui metodi di accertamento posti in essere dalla Soget e il calcolo delle sanzioni che hanno portato l'amministrazione Cangiano fare un passo indietro, fermarsi e nominare un esperto per chiarire dubbi e perplessità (vedi articolo).

Arrivata la richiesta da parte della minoranza per la convocazione di un consiglio comunale straordinario per sospendere l'invio delle cartelle visto che non sarebbe ancora pervenuto il parere del consulente nominato dal Comune sull'applicazione delle sanzion.

A rispondere l'Assessore Paola Allaria ed il sindaco Giorgio Cangiano che affermano: "La richiesta di consiglio straordinario è del tutto strumentale ai fini elettorali. Quando abbiamo nominato il consulente abbiamo sospeso l'inoltro delle cartelle per chiarire il criterio da calcolare ed in particolare se necessario applicare il cumulo materiale o giuridico alle stesse, ferma restando che gli accertamenti sono dovuti. Gli uffici, necessariamente fanno partire le cartelle in scadenza, ma per il resto aspetteremo il parere dell'esperto quindi chiedere un consiglio straordinario su questo è inutile e strumentale".

Concludnono : "Quello che chiedoo è esattamente quello che è già successo nel momento in cui abbiamo deciso di chiedere la consulenza, cioè sono state bloccate tutte le cartelle, con la sola eccezione di quelle che si sarebbero prescritte"

 

 

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore