/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | venerdì 23 febbraio 2018, 08:06

Questione CdA della Sca, ad Alassio Galtieri attacca il sindaco Canepa

“Il dott. Canepa è il primo sindaco della Città di Alassio a rinunciare alla Presidenza della SCA srl E lo ha fatto senza alcuna autorizzazione !”Galtieri

Documenti alla mano Angelo Galtieri attacca sul CdA di Sca: “La criticità della questione derivava dalla constatazione che sono state violate numerose norme del codice civile e dello Statuto Societario. E precisamente: le nomine per cooptazione del sig. Franco Rossi e dell'Arch. Possanzini, la caducazione del CdA a seguito delle dimissioni del dott. Francesco Bogliolo, la rinuncia del Comune di Alassio alla Presidenza della SCA srl, di cui deteniamo circa il 75% delle quote sociali. La risposta resa dall'oramai EX Sindaco di Alassio è stata, come sempre purtroppo, caratterizzata da ignoranza e presunzione. Assolutamente non giustificate.”

Continua Galtieri : “Ma la SCA srl, a differenza della Amministrazion Canepa, è composta anche da altri soci, ovvero i Comuni di Villanova e di Laigueglia. A questi ultimi va il mio più sentito ringraziamento per aver raccolto  democraticamente i miei dubbi e le mie domande e di aver richiesto un parere legale in materia.”

“Oggi il CdA della SCA srl è formalmente legittimo grazie ai Comuni di Laigueglia e di Villanova, oltre al personale della SCA s.r.l.” afferma Galtieri che non rinuncia, tuttavia ad attaccare il sindaco Enzo Canepa che, secondo suo giudizio avrebbe dovuto chiedere un parere legale sulla questione Sca.

“Purtroppo da uno abituato a farsi rimborsare dai cittadini alassini la benzina per gli spostamenti Alassio-Albenga non si può pretendere molto.” Afferma Galtieri.

“ Nel  Parere Legale reso dallo Studio Delfino si specifica che andò deserta l’assemblea dove si doveva ratificare la cooptazione del sig. Rossi Franco, ma l’ e assemblea andò deserta. Se Canepa avesse adempiuto al suo obbligo di mandatario con la normale diligenza dell'’uomo medio  il sig. Rossi sarebbe stato ratificato dalla Assemblea. Allora chiedo pubblicamente: quale impegno personale lo ha distratto dai suoi doveri istituzionali ? Perché ha celato questa gravissima omissione?”

“Il rischio – afferma Galtieri sulla base del parere legale ricevuto -   è che le deliberazioni consiliari risultino assunte, in tale lasso di tempo, da un consiglio di amministrazione “non formalmente costituito”.”

C’è di più, spiega Galtieri: “  Si evidenziano criticità, anche per la designazione mediante cooptazione dell'Arch. Possanzini, insomma, risulta un solo amministratore effettivo su tre. Di conseguenza si rende necessaria la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione”.

Chiude parlando della presidenza e afferma Galtieri: “Il dott. Canepa è il primo sindaco della Città di Alassio a rinunciare alla Presidenza della SCA srl, diritto spettante ad Alassio in base ad una norma dello Statuto Sociale ! E lo ha fatto senza alcuna autorizzazione !”

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore