/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | martedì 27 febbraio 2018, 14:38

Spotorno: stasera il primo Consiglio comunale senza Marco Rapetti

Stringenti impegni di studio e di lavoro hanno costretto alle dimissioni il giovane consigliere di Spotorno che vorrei. Rapetti: "Resto comunque a disposizione per il bene della città"

Spotorno: stasera il primo Consiglio comunale senza Marco Rapetti

Questa sera si terrà a Spotorno il primo Consiglio comunale senza la presenza di Marco Rapetti tra i banchi della minoranza. Su Savonanews abbiamo già pubblicato le parole di stima e di rispetto espresse dal suo capogruppo, Francesco Bonasera di Spotorno che vorrei (articolo QUI).

Sono principalmente i pressanti impegni di studio e di lavoro a costringere questo giovanissimo imprenditore nel settore del turismo e del commercio (classe 1993), che lavora presso la nota azienda di frutta candita “Besio”, a prendere l’importante decisione.

Spiega così la sua scelta Marco Rapetti: “Inizio questo mio congedo cercando di spiegare il perché sono arrivato a questa non semplice decisione. La mia è un'età di continui cambiamenti, dove ogni decisione presa ha un peso specifico non indifferente sul futuro immediato e prossimo. Mi sono dovuto trasferire a Milano al fine di conseguire la Laurea Magistrale in Economia. E' stata una scelta che ho ponderato solo negli ultimi mesi, in quanto essendo il corso di laurea a numero chiuso sarebbe stato difficile e non immediato l'accesso. La notizia della mia ammissione ad un corso di laurea in una Università così prestigiosa è stata quasi inaspettata, per cui irrinunciabile.

Inoltre mi sono sentito in dovere, per rispetto dei miei genitori e della mia famiglia, di proseguire il mio percorso universitario con estrema serietà e dedizione, visti gli ingenti e continui investimenti sostenuti per supportare la mia crescita culturale e per mettere delle solide fondamenta per il mio futuro professionale. Vista l'estrema importanza della carica da me ricoperta e non avendo più la stessa possibilità di presenza e partecipazione ai Consigli Comunali, Commissioni Consiliari, e nei vari impegni istituzionale ho reputato consono e corretto rassegnare le mie dimissioni. Di recente, ho espresso al Consigliere Capogruppo Bonasera la mia volontà a dimettermi dalla carica di Consigliere Comunale al più presto per lasciare spazio a chi è più presente sul territorio e a chi può apportare maggiori contributi attraverso un lavoro costante”.

Conclude Rapetti: “Ho sempre agito con sincerità e trasparenza nell'interesse dei cittadini e del Paese ed è proprio per questo motivo che ho preso questa decisione con responsabilità e rispetto. Darò comunque il mio contributo, individualmente, per fare il bene di Spotorno. Ringrazio tutti coloro che mi hanno dato la loro fiducia. Ringrazio le persone del gruppo che mi hanno aiutato in questi anni, che mi hanno fatto crescere ed imparare. Dare le dimissioni e mettermi da parte è una scelta difficile che ho maturato come responsabilità verso i miei elettori, nel rispetto dei cittadini, del Consigliere Capogruppo Bonasera e di tutti gli appartenenti al gruppo.

Ho agito sempre pensando al bene del mio Paese, mai per interessi di parte o di partito. Mi sono impegnato, ho investito parecchio in termini di tempo e capitali, per migliorare questo Paese senza ricevere nessun tipo di indennità, vista la mia rinuncia all'indennità di posizione. Questo è quello che continuerò a fare pur non rivestendo formalmente il ruolo di Consigliere Comunale di Spotorno. Mi auguro che in un futuro molto prossimo ci possa essere, sia da parte della maggioranza che da parte della minoranza, meno attenzione a conflitti personali, meno interessi di parte o di partito e più attenzione al Nostro meraviglioso Paese”.

Ricordiamo inoltre che Marco Rapetti è attivo anche sul fronte delle associazioni di categoria, con il suo impegno nei Giovani di Confcommercio Savona.

A. Sg.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore