/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 15 marzo 2018, 10:35

Finale, riqualificazione delle aree Ghigliazza. Frascherelli: "Giunge a compimento un percorso iniziato 14 anni fa"

L'assessore Orso: "Il cemento sarà l'ultimo aspetto, particolare attenzione ad archeologia e verde"

Finale, riqualificazione delle aree Ghigliazza. Frascherelli: "Giunge a compimento un percorso iniziato 14 anni fa"

Il tema delle aree Ghigliazza è sempre stato molto sentito in tutto il Finalese. Oggi, però, l'iter procedurale sembra giunto a una importante fase di definizione, come è stato spiegato stamane in Comune. 

Spiega il sindaco Ugo Frascherelli: "Giunge a compimento un percorso iniziato 14 anni fa. Stiamo parlando di un'area, quella Delle Arene Candide, che ha un immenso valore storico e che fu abitata milioni di anni or sono. L'iter si concluderà con una delibera regionale. Il progetto prevede la realizzazione di un parco tematico con una viabilità e inurbazioni dal minimo impatto paesaggistico". 

Nel corso della conferenza di presentazione, il sindaco Frascherelli ha fatto i complimenti all'assessore all'Urbanistica Marinella Orso per avere portato a termine vari progetti "dormienti" da tempo.

"La viabilità sarà poco impattante - spiega l'assessore Marinella Orso - oltre al centro talassoterapia il principale elemento edificato sarà una moderna tipologia insediativa di case a fasce per 6000 metri cubi che si inseriscono nella terrazzatura. Le cubature inizialmente previste in 27000 mc saranno quindi drasticamente ridotte". 

Ma non è tutto, su tali aree sorgeranno anche un palazzetto (dedicato a varie attività sportive) e pista ciclabile. La Soprintendenza ha imposto il mantenimento degli elementi di valore storico e archeologico sul territorio. Inoltre, saranno ricostruite e valorizzate tutte le percorrenze naturalistiche presenti sull'area. 

Prosegue l'assessore Orso: "L'aspetto relativo al valore archeologico avrà un valore prioritario". La cubatura totale è stata ridotta a circa 95000 mc contro i 107000 previsti dal Puc. Nell'area sorgeranno 1472 + 675 nuovi parcheggi complessivi. 

Oltre al sindaco e all'assessore Orso, alla conferenza hanno preso parte anche la vicesindaco Brichetto, gli assessori Andrea Guzzi, Delia Venerucci e Claudio Casanova e il consigliere vicepresidente del consiglio Marilena Rosa. 

"Una particolare attenzione è stata rivolta anche alla vegetazione e alle aree verdi, con lunga e articolata relazione agronomica - spiega l'assessore Orso - L'edificato è l'ultimo dei temi, mentre aree verdi, passeggiata, pista ciclabile, ambiente e collegamento con ex aree Piaggio avranno ruolo importante. Il tutto in un "contenitore" sostenibile e poco impattante". 

Presenti tra il pubblico Marco Marchese (presidente Albergatori di Finale Ligure e Varigotti), Gabriello Castellazzi (Verdi), Carlo Lovisolo (fotografo e guida turistica), Sergio Colombo (consigliere provinciale e capogruppo di Finale Ligure Viva in Consiglio comunale) e numerosi altri esponenti di vari schieramenti della politica finalese

"Parlo da socio del WWF e come tale chiedo di non dimenticare che cos'è quella zona - interviene Carlo Lovisolo - Nonostante l'enorme sfregio causato dalla cava nei circa 100 anni della sua attività, stiamo parlando di uno dei siti archeologici di maggiore importanza del Mediterraneo, un'area dove nidificano specie ornitologiche (anche di rapaci) rare e protette, avrei sognato un progetto più sostenibile, spero che non sorga nella zona una nuova Montecarlo, Rimini o Dubai. Siamo in grado di fare fronte a nuovi flussi turistici e a nuovo cemento in aree Piaggio e Ghigliazza?".

"Il Comune, l'assessore Orso, la soprintendenza, la Regione hanno fatto tutto il possibile proprio in questa direzione - replica il vicesindaco Clara Brichetto - L'attenzione per l'ambiente non deve scemare mai da parte di nessuno, cittadini in primis".   

"Un plauso all'amministrazione, che ha portato a compimento una situazione ferma da anni che diversamente rischiava la paralisi - commenta Lino Alonzo (Pd) - È tutto senza compromettere il SIC (Sito di Interesse Comunitario). Sarà una grande opportunità di lavoro per tante imprese finalesi altamente specializzate. Per completare al meglio l'opera vedrei bene in quella zona un polo attrattivo e di divertimento per i giovani".  

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium