/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 17 marzo 2018, 20:18

Rogo al "Ruffini" di Finale Ligure: il 77enne è morto carbonizzato (FOTO)

L'autopsia è stata eseguita dal medico legale Marco Canepa. Intanto continuano le indagini da parte della Procura

Rogo al "Ruffini" di Finale Ligure: il 77enne è morto carbonizzato (FOTO)

Roberto Borasi, il 77enne deceduto nel rogo avvenuto all'interno della casa di riposo "Ruffini" di Finale Ligure è morto carbonizzato nel sonno. L'autopsia eseguita dal medico legale Marco Canepa ha evidenziato una presenza irrisoria di fumo nei polmoni dell'anziano. Intanto, la Procura continua le indagini per omicidio colposo, incendio e lesioni, ma non è da escludere che vengano contestati altri reati come l'omessa vigilanza.

Come noto, le fiamme si sono sviluppate venerdi notte all'interno della camera del 77enne situata al quarto piano della residenza protetta. Secondo quanto trapelato, resta viva l'ipotesi che l'incendio sia stato innescato da un mozzicone di sigaretta accidentalmente caduto proprio sul letto dell'uomo deceduto. Da lì le fiamme si sarebbero rapidamente propagate e il fumo nero avrebbe avvolto l’intero piano rendendo difficile per i degenti, in prevalenza persone anziane, trovare la via di fuga autonomamente.

Inoltre, gli inquirenti non escludono la possibilità che Borasi assumesse dei farmaci per dormire. Questo sarà stabilito dagli esami tossicologici. Gli altri ospiti della casa di riposo trasportati negli ospedali di Pietra Ligure e Savona non sono in pericolo di vita. 

Ieri l'assessore alla Sanità Sonia Viale ha effettuato un breve sopralluogo all'esterno della residenza per anziani. "Ho incontrato il direttore generale della Asl2 Porfido che mi ha spiegato quali azioni sono state intraprese per l’accoglienza degli ospiti della struttura oltre che per l’assistenza psicologica, anche nei confronti degli operatori - ha affermato alla nostra redazione l'assessore Viale - Confermato il corretto funzionamento del numero unico di emergenza 112 attraverso il quale sono stati allertati i soccorsi, intervenuti immediatamente sul posto. Esprimo il mio cordoglio per la vittima".

Oltre alle indagini sul sistema antincendio, sugli impianti elettrici e sulle camere della casa di riposo, la Procura ha fatto sequestrare le cartelle mediche dei pazienti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium