/ Eventi

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | domenica 18 marzo 2018, 09:25

Al Salone dell’Agroalimentare di Finale Ligure l'incontro tematico "Saperi e Sapori"

L'evento si è svolto nella giornata di ieri

Si è svolto ieri (sabato 17 marzo 2018) l’incontro tematico sul tema “Saperi e Sapori” organizzato dall’Associazione Antiche Vie del Sale, in occasione della XIV edizione del Salone dell’Agroalimentare Ligure ospitato in questi giorni nel Complesso Monumentale di Santa Caterina a Finalborgo.

Diversi sono stati i temi affrontati durante l’incontro, dalla storia locale al turismo, dalla sentieristica alle fonti di finanziamento, tutti legati dal minimo comune denominatore della valorizzazione del territorio e del suo sviluppo economico intorno agli antichi sentieri. Il Direttore dell’Associazione, Giuliano Miele, ha illustrato al pubblico gli scopi associativi rivolti al governo dell’ampio territorio rappresentato dai 30 Comuni associati, distribuiti tra Liguria di Ponente e Piemonte. L’obiettivo al momento è quello di stimolare la collaborazione tra comunità locali e regionali per favorire maggiore integrazione intorno a interessi comuni.

“La messa a sistema della fitta rete di antichi sentieri, ancora esistenti, lungo i quali si trasportava e commercializzava il sale - ha ricordato Miele – è certamente una grande risorsa anche per le economie agricole e turistiche dei nostri territori. L’inserimento del nostro progetto all’interno di finanziamenti Europei e Regionali permette di impostarne le basi per un più grande sviluppo, quello di costruzione di una Strada Europea 'Via del Sale'".

Gli interventi dei relatori hanno fornito un quadro completo sull’attuale situazione progettuale dell’Associazione. Giampiero Lajolo e Renato Bonfanti, membri del Comitato Scientifico, hanno introdotto l’argomento raccontando interessanti fatti storici e curiosi aneddoti sul sale, sulle saline e sugli antichi sentieri. Mirco Mastroianni, Presidente della Confederazione Italiana Agricoltori della Provincia di Savona, ha insistito sulla necessità di valorizzare le risorse esistenti attraverso l’interazione tra costa ed entroterra e con l’offerta di prodotti enogastronomici di grande qualità. Lino Bersani, Assessore del Comune di Laigueglia, ha introdotto il tema dell’Outdoor sulla sentieristica e sulle opportunità di sviluppo turistico, argomento poi approfondito da Angelo Berlangieri, Presidente dell’Unione Provinciale Albergatori della Provincia di Savona.

“La sfida del turismo in Liguria - ha detto Berlangieri - è la possibilità di costruire progetti che possano avere la forza di camminare con le loro gambe una volta terminata la fase di start up. Stiamo vincendo una grande battaglia, quella del buon uso della tassa di soggiorno, attraverso l’applicazione di un preciso vincolo di utilizzo destinato a dare ossigeno ai nuovi servizi turistici sui quali il territorio sta lavorando”.

Il Presidente del Parco delle Alpi Liguri, Giuliano Maglio, ha posto l’accento sul ruolo dei parchi, una volta disprezzati e oggi diventati, non solo presidi della biodiversità, ma soprattutto volano di sviluppo economico. Federica Alcozer, architetto dell’Ufficio Tecnico dell’Associazione, ha presentato la situazione dei finanziamenti relativi ai progetti transfrontalieri, ricordando che le antiche vie del sale sono inserite come elemento di interesse in ben tre linee di finanziamento Interreg Alcotra.

Il Presidente dell’Associazione Piero Pelassa, sindaco di Mendatica, ha poi tratto le conclusioni affermando di “non credere che lo sviluppo del territorio possa prescindere da investimenti sulla valorizzazione turistica e sul contrasto al dissesto idrogeologico”. Al termine del convegno è stata servita una ricca Bagna Cauda preparata da Graziella Siffredi della Pro Loco di Garlenda. Nella giornata di oggi sarà ancora visibile la ricca mostra fotografica “Gli antichi mestieri sulle antiche vie del sale” a cura di Renato Bonfanti.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore