/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | 21 marzo 2018, 16:50

Vado Ligure, gli studenti a scuola di Ambiente

Progetto di educazione ambientale e comportamenti sostenibili a cura di EcoSavona e Green Up.

Vado Ligure, gli studenti a scuola di Ambiente

I bambini di Vado Ligure a scuola di ambiente. Prende il via il progetto promosso dalle società Ecosavona Srl (discarica del Boscaccio rifiuti urbani) e Green Up Srl (discarica di Bossarino rifiuti speciali non pericolosi), in collaborazione con il Comune di Vado Ligure e le scuole del territorio, per sensibilizzare gli alunni su concetti alla base dell'educazione ambientale e di un comportamento sostenibile, a partire dall'importanza delle azioni quotidiane di ciascuno di noi per salvaguardare il benessere del pianeta.

L'iniziativa coinvolge i bambini delle scuole elementari (sede centrale e sedi periferiche) e della scuola media di Vado Ligure e prenderà il via giovedì 22 marzo, con la visita alle classi prime della media Istituto “A. Peterlin” di Flavio Raimondo, amministratore delegato di Ecosavona, e Monica Giuliano, Sindaco di Vado Ligure e presidente della Provincia di Savona; nella giornata del 20 aprile, invece, tappa alle classi IV delle scuole elementari. Nel corso del progetto, tutti i partecipanti dovranno rappresentare su cartelloni bianchi quanto appreso dalle lezioni ambientali. Nel mese di maggio, è prevista invece una visita guidata alle discariche di Ecosavona e Green Up con spiegazione del funzionamento dei due realtà industriali. Al termine delle giornate di visita degli impianti, dall'Istituto Peterlin (scuola Media) si riuniranno tutte le classi che hanno partecipato all’iniziativa per consegnare a ogni alunno un attestato di partecipazione al progetto e per effettuare la premiazione della classe Media e della classe Elementare che hanno realizzato i disegni migliori; tutti i ragazzi, non solo le classi vincenti, riceveranno inoltre dei gadget.

Questo progetto si pone l'obiettivo di creare una cultura sul tema del rifiuto, sulla differenziazione, sul riuso e sul riciclo dei materiali, creare consapevolezza sulla quantità di rifiuti che ognuno di noi produce nel corso delle azioni quotidiane, formare e informare sulle opportunità legate alla capacità di vedere nel rifiuto una risorsa, nonché insegnare come funziona e come è strutturata una discarica moderna”, afferma l'ad di EcoSavona Flavio Raimondo. “È fondamentale sensibilizzare le nuove generazioni sui giusti comportamenti in materia di rispetto dell'ambiente”.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium