/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 23 marzo 2018, 12:49

Ceduto il ramo d'azienda di 'Self' a 'Brico Fer': salvo il futuro lavorativo per 100 dipendenti di Albenga, Imperia e Taggia

Della trattativa si è occupato fattivamente il segretario provinciale imperiese della Fisascat Cisl, Massimiliano Scialanca, che ha confermato l’importante feeling creato con Self, che ha sempre garantito l’occupazione dei lavoratori, dando loro certezze nell’operazione per la loro tutela.

Ceduto il ramo d'azienda di 'Self' a 'Brico Fer': salvo il futuro lavorativo per 100 dipendenti di Albenga, Imperia e Taggia

Mentre nella nostra provincia, come in molte altre d’Italia, si parla con preoccupazione dei dipendenti dei punti vendita ‘Trony’, sospesi dal lavoro da venerdì scorso, la situazione del commercio vede uno spiraglio positivo dalla vicenda Self-Brico Fer.

Negli ultimi mesi, infatti, il noto marchio legato ai punti vendita di materiale per bricolage e lavori per la casa ‘Self’, ha vissuto momenti critici, sia per la vendita che per il personale. Ieri sono state aperte le buste del bando relative alla cessione del ramo d’azienda, che è stato aggiudicato alla società che gestisce il marchio ‘Brico Fer’. Nella nostra provincia è interessato il punto vendita di Albenga che, insieme a quelli di Imperia e Taggia, riunisce circa 100 dipendenti. A livello nazionale, invece, si tratta di 29 negozi per un totale di circa 600 dipendenti.

Della trattativa si è occupato fattivamente il segretario provinciale imperiese della Fisascat Cisl, Massimiliano Scialanca, che ha confermato l’importante feeling creato con Self, che ha sempre garantito l’occupazione dei lavoratori, dando loro certezze nell’operazione per la loro tutela. Da evidenziare che, all’interno dei tre ‘Self’ di Albenga, Imperia e Taggia la quasi totalità dei dipendenti sono iscritti proprio alla Fisascat Cisl.

In proposito Scialanca ha voluto fare un ringraziamento, oltre che all’azienda ‘Self’ per il comportamento tenuto in questi mesi, anche i delegati dei tre punti vendita ponentini: Vincenzo Sangiovanni, Marco Cavalli e Carlo Boeri: “Da una parte – ha detto Scialanca - Self ha infatti garantito fino all’ultimo gli stipendi e la tranquillità dei lavoratori. Dall’altra i delegati hanno saputo mantenere la serenità dei colleghi, in questo difficile periodo”.

Con la cessione del ramo d’azienda al gruppo ‘Brico Fer’ è stato scongiurato il fallimento ed ora partirà il traghettamento all’acquisizione del marchio. “Quanto abbiamo vissuto in questi mesi – ha concluso Scialanca – è una delle poche trattative nelle quali un’acquisizione tra società non ha visto rimetterci i lavoratori”.

Ma Scialanca ha anche posto l’accento sulla situazione relativa a Trony: “In questo caso, invece, si sta dimostrando il contrario di ‘Self’. La situazione è disastrosa, visto che i lavoratori sono sospesi in attesa della trattativa nazionale. Noi sosteniamo sempre nuove aperture di negozi, ma queste devono essere controllate territorialmente, per capire se economicamente le aziende ci stanno dentro”. Intanto, per quanto riguarda la vicenda Trony, Cgil, Cisl e Uil anche della nostra provincia, saranno martedì a Roma per discuterne.

Carlo Alessi (Sanremonews)

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium