/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 26 marzo 2018, 19:52

Ancora giallo ad Albenga per la scomparsa di Giuseppe Collo

I vicini di casa lo descrivono come una persona a modo, molto riservata ed educato. Negli ultimi giorni era stato visto spesso con un ragazzo sui 30 anni. Aperte tutte le ipotesi investigative, solo l’autopsia potrà chiarire le cause del decesso.

Ancora giallo ad Albenga per la scomparsa di Giuseppe Collo

È ancora giallo ad Albenga per la scomparsa di Giuseppe Collo trovato senza vita nel suo appartamento questa mattina dal fratello.

Giuseppe Collo aveva 68 anni ed era domiciliato nell’appartamento al primo piano della palazzina Bruno in via Don Lasagna n.23.

Originario di Milano secondo i vicini di casa l’appartamento era rimasto vuoto per diversi anni, all’incirca dal 2011 quando, a seguito della morte dei genitori, ne’ Giuseppe ne’ altri familiari erano più venuti in Riviera.

Solo qualche tempo fa, probabilmente circa da novembre, Giuseppe aveva ricominciato a frequentare l’appartamento.

Gli inquilini del palazzo lo descrivono come una persona a modo, riservato ed educato. “Lo incontravo alcune volte con il cane ed avendo anche io un cagnolino parlavamo dei posti dove portarli a passeggiare o altre cose simili” afferma una vicina. “Era una persona a modo, lo vedevo spesso ultimamente con un ragazzo giovane di circa 30 anni direi, spesso passeggiavano insieme ed alcune volte ho visto il ragazzo portare fuori il cane” racconta un’altra vicina.

Non ricevendo notizie del fratello per tutta la domenica, questa mattina il fratello ha preso il primo treno per accertarsi di cosa fosse successo.

Arrivato ad Albenga si è recato nell’appartamento, la porta non era chiusa a chiave ed entrando ha trovato Giuseppe senza vita nel proprio letto con il cagnolino di fianco quasi a vegliare sul padrone senza vita.

Chiamato il 112 sul posto sono prontamente intervenuti i militi della pubblica assistenza e i carabinieri che hanno richiesto l’intervento del medico legale.

Secondo le prime informazioni sul corpo di Giuseppe Collo non vi sarebbero segni evidenti di violenza, tuttavia nessuna ipotesi può, al momento essere esclusa.

L’autopsia che chiarirà le cause del decesso verrà effettuata domani dal medico Marco Canepa, mentre il Pm Giovanni Battista Ferro al momento ha disposto il massimo riserbo sulla vicenda.

Le forze dell’ordine hanno raccolto le informazioni delle persone informate sui fatti ed ulteriori indagini verranno portate avanti nei prossimi giorni anche per capire se al momento del decesso Giuseppe Collo fosse stato solo o se, la porta lasciata aperta possa essere il segno che qualcuno fosse con lui in quel momento per poi allontanarsi.

Tutte le ipotesi rimangono aperte.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium