/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | lunedì 16 aprile 2018, 07:11

Cairo: per l'incontro "Dialogo Interreligioso" coperta la statua di Epaminonda

Il post dell’artista: “Alla faccia di chi ha detto che era una mia trovata pubblicitaria; hanno coperto Epaminonda!”

Foto tratta dalla pagnia Facebook dell'artista Mario Capelli Steccolini

Si è tenuto sabato presso il teatro Osvaldo Chebello di Cairo Montenotte l’incontro: "Dialogo Interreligioso". L'evento è stato promosso dalla Confederazione Islamica Italiana insieme alla Federazione Islamica Ligure e si è svolto tra dibattiti confronti e comunicazione. Un incontro altamente positivo, dunque, se non fosse per una polemica nata sulle pagine dei social, la statua di Epaminonda, realizzata dallo scultore Mario Capelli Steccolini è stata coperta.

Il post dell’artista: “Alla faccia di chi ha detto che era una mia trovata pubblicitaria; hanno coperto Epaminonda!” ha scatenato i commenti.

Tra chi incredulo non si è pronunciato se non con domande discrete e volte a chiarire l’accaduto e chi, invece, non si è lasciato sfuggire l’occasione per “gridare” all’ingiustizia.

Oltre alla statua coperta con un drappo rosso l’attenzione ricade anche su un quadro rimosso per non urtare la sensibilità delle persone che avrebbero partecipato all’evento culturale e religioso.

Sul punto, tuttavia, lo stesso artista conferma: “Sia chiaro Epaminonda è stato coperto dai musulmani per esigenze loro cerimoniali , il quadro lo tolto io a loro richiesta. L'Amministrazione non ha colpe”.

A smorzare la vicenda, ad ogni modo sia l’artista che nei vari commenti chiarisce la vicenda, il post e cerca di smorzare la polemica spiegando di non essersi arrabbiato, ma di aver solo voluto raccontare la vicenda ed il sindaco di Cairo Paolo Lambertini che parla di un probabile misunderstanding così come emerge anche sui quotidiani oggi in edicola.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore