/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | lunedì 16 aprile 2018, 12:33

Finale Ligure, successo per l'esercitazione dedicata alle tecniche di rianimazione

La soddisfazione del sindaco Ugo Frascherelli: "Il mio plauso va alla polizia locale, che ha dimostrato efficienza e tempestività"; l'orgoglio del dottor Alessandro Palmarini: "Finale sta ricoprendo un ruolo pionieristico in questo campo".

Al termine dell'esercitazione dedicata questa mattina alle tecniche di rianimazione (leggi QUI) l'attenzione è stata rivolta alla sala consiliare del palazzo comunale di Finale Ligure dove si è tenuta la conferenza stampa relativa proprio all'evento tenutosi sul lungomare finalese.

Ad introdurre il dibattito è stato il sindaco Ugo Frascherelli: "Il mio plauso va alla polizia locale, che ha dimostrato efficienza e tempestività. Si tratta di manovre complesse che non possono essere fatte senza una preparazione adeguata".

A seguire, l'intervento del medico Alessandro Palmarini, coordinatore dell'evento per Cardio Pulsafety: "La prima defibrillazione interna, direttamente sul cuore, si è svolta nel 1947, mentre la prima esterna è stata nel 1957, dieci anni dopo. Oggi le tecnologie moderne consentono di ridurre al massimo il rischio, ma ciò richiede sempre e comunque una preparazione teorica e pratica adeguata. E bisogna coinvolgere al massimo la popolazione: giovani, bagnini, baristi, passanti, perché abbiamo tutti una base di conoscenza della materia indispensabile in questi casi".

Il commento, poi, del comandante della polizia locale, Eugenio Minuto: "Ringrazio il mio gruppo di lavoro della polizia locale, del quale sono orgoglioso. Grazie al professor Palmarini, a capo del team che ci ha formato oggi e in passato, grazie alla Croce Bianca con la quale formiamo un team solido e affiatato".

"Il mio obiettivo è stato quello di formare un numero non solo crescente di agenti, incluso me stesso - ha proseguito Minuto - ma anche del personale comunale finalese sulle tecniche di rianimazione. Oggi circa una dozzina di dipendenti comunali sono stati preparati in materia. È una formazione continua".

In conclusione, ancora una precisazione da parte del dottor Palmarini: "Finale sta ricoprendo un ruolo pionieristico in questo campo".

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore