/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 18 aprile 2018, 16:20

"Epaminonda coperto" a Cairo, il sindaco Lambertini: "Basta con le polemiche"

Il primo cittadino cairese: "In questa Italia in costante dibattito politico ogni occasione viene trasformata in campagna elettorale"

"Epaminonda coperto" a Cairo, il sindaco Lambertini: "Basta con le polemiche"

Una lettera per dire basta alla polemiche. Il sindaco di Cairo Montenotte Paolo Lambertini interviene sul caso della statua di Epaminonda coperta lo scorso sabato durante il convegno "Dialogo Interreligioso" che si è tenuto presso il Teatro Comunale "Osvaldo Chebello". 

"Le polemiche strumentali di questi giorni stanno dando eco a un problema che, mi preme sottolineare, sul territorio non abbiamo - scrive in una lettera il sindaco di Cairo Montenotte Paolo Lambertini - Insieme ai ben conosciuti rappresentanti della Comunità Islamica locale, che non hanno mai chiesto al Comune di mettere drappi o veti, siamo tutti impegnati a lavorare per favorire quell’integrazione tra culture che sola può permettere la costruzione di una città più bella e sempre più accogliente". 

"A tutti coloro, politici e non, che hanno voluto commentare “il fatto” sui quotidiani o sui social media, rivolgo l’invito a partecipare al prossimo incontro interculturale della nostra città; avranno così l’occasione di vedere quello che non hanno potuto vedere sabato scorso a Cairo: il coro dei bambini della Comunità Islamica cantare durante il convegno l’Inno del Marocco e l’Inno di Mameli. Un vero e concreto invito alla convivenza tra culture". 

"Ho l’impressione che sia tutto frutto quanto meno di un equivoco, della trovata da parte di qualcuno per farsi pubblicità o della classica campagna elettorale sempre attiva in un’Italia in costante dibattito politico. La memoria di Epaminonda, già oscurata una volta nella storia dalla potenza di Alessandro Magno, è stata oscurata una seconda volta (in Google...), non da un velo, bensì dalla superficialità, di chi si ferma all’apparenza e non vuole conoscere - conclude Lambertini - Spero che tutta questa polemica sterile e vuota non offuschi i fatti, la realtà sopra la fantasia, i programmi concreti di integrazione che la “gente vera” persegue ogni giorno per contribuire a realizzare un mondo più vivibile". 

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium