Elezioni comune di Albenga

Elezioni comune di Pietra Ligure

 / Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 18 aprile 2018, 09:29

Albenga, servizio coordinato dei carabinieri: controlli, perquisizioni e arresti per droga in tutto il comprensorio

Proseguono le attività mirate al contrasto del degrado urbano e dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Albenga, servizio coordinato dei carabinieri: controlli, perquisizioni e arresti per droga in tutto il comprensorio

Ieri i Carabinieri della Compagnia di Albenga, hanno messo in atto in tutto il territorio di competenza, un servizio coordinato, articolato in un complesso dispositivo di pattuglie delle dipendenti Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile, supportate dall’elicottero del 15° Elinucleo di Villanova d’Albenga, e pianificato nel quadro delle attività mirate al contrasto del degrado urbano e dello spaccio di sostanze stupefacenti, che negli ultimi giorni ha fatto registrare numerosissimi arresti, perquisizioni e sequestri di droga.

Dopo la raccolta e l’analisi di alcune informazioni ottenute dai Carabinieri è stata circoscritta e sorvegliata da “Fiamma”, l’elicottero dei Carabinieri, un’area comprendente piazza Berlinguer, viale Pontelungo, via Carloforte, via Genova, Piazza del Popolo e Piazza Giardini Paolo VI. Sono state complessivamente operate 16 perquisizioni personali, veicolari e domiciliari, controllati esercizi pubblici, stabili abbandonati abitualmente frequentati da cittadini irregolari, punti di abituale bivacco di oziosi o delinquenti e scali ferroviari.

In particolare, durante il controllo di un circolo privato in via del Roggetto, già oggetto di controlli per irregolarità amministrative (che in precedenza ne avevano portato alla chiusura) e di turbative all’ordine e alla sicurezza pubblica, sono stati fermati sette cittadini nordafricani privi di documenti (e ovviamente non soci del circolo), sorpresi all’interno della sala biliardo. Uno di questi era seduto su due ovuli di cocaina. I fermati tutti accompagnati in caserma sono stati fotosegnalati. Il soggetto con lo stupefacente è stato deferito per detenzione ai fini di spaccio. Un altro individuo di origine marocchina, che all’atto del repentino arrivo dei militari nel locale, ha tentato maldestramente di allontanarsi, è stato bloccato e controllato all’ingresso del circolo. Sulla persona è stata rinvenuta una chiave di un’autovettura per la quale forniva contraddittorie ed evasive informazioni ai Carabinieri e 170 euro di piccolo taglio di sospetto provento illecito. Nella vicina via Brescia, dopo un’accurata verifica nelle strade limitrofe, è stata infine rintracciata su una Mini Cooper. La perquisizione del veicolo consentiva il ritrovamento di 4 panetti di hashish del peso di poco superiore a due etti e mezzo, ben occultati sotto il sedile del guidatore. Il possessore del veicolo, un 22 enne incensurato, soggiornante sul territorio italiano con richiesta di asilo, è stato arrestato in flagranza con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Il giovane dovrà risponderne stamattina in rito direttissimo presso il Tribunale di Savona.

I numerosi e fitti posti di controllo predisposti sull’intero territorio hanno evidentemente condizionato le decisioni di un pluripregiudicato 69enne originario di Caserta, il quale, a Pietra Ligure (SV), alla vista di una pattuglia, ha tentato la fuga a bordo del proprio motociclo. L’uomo, dopo un breve inseguimento, è stato bloccato dai militari della Stazione Carabinieri di Pietra Ligure. I militari pietresi avevano monitorato ogni suo gesto, incluso il tentativo dell’uomo di disfarsi di alcune dosi di cocaina, poi recuperate. Sul soggetto è stato ritrovato un coltello a serramanico e circa 200 euro in contanti di sospetto provento illecito, la perquisizione, poi estesa anche al mezzo ed alla sua abitazione ha consentito il sequestro di bilancini di precisione e materiale per il confezionamento di stupefacente. Il pregiudicato, rinchiuso nelle camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Albenga in attesa di essere giudicato per rito direttissimo, è stato altresì denunciato per porto abusivo di arma da taglio e per guida senza patente perché già revocata. Il motociclo è stato sequestrato per la successiva confisca.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium