/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 26 aprile 2018, 18:51

La corretta informazione sulle bollette dell’acqua, il sindaco Valeriani risponde a Carrara

"E' nostro dovere vigilare costantemente sull'operato del nostro gestore pubblico"

Caos bollette di Ponente Acque, il sindaco risponde al Consigliere Mario Carrara: “Ritengo che se il nostro Consigliere vuole svolgere il ruolo pubblico confacente alla sua posizione dovrebbe prima di tutto fornire una corretta informazione ai nostri cittadini (acquisendo prima dalla società i chiarimenti del caso), evitando la facile visibilità con polemiche strumentali che causano soltanto confusione (ad esempio sulla differenza tra la quota fissa per residenti e non, già esistente da tempo).”

“Vorrei ricordargli che tutti i Comuni del nostro ambito hanno deciso di mantenere l'acqua in mano pubblica attraverso la costituzione di Ponente Acque, così da poter rispettare la normativa nazionale che prevede la cessazione delle gestioni comunali in economia in favore di gestori unici di ambito.” continua il primo cittadino.

“Ponente Acque dopo aver svolto la ricognizione preliminare dell'infrastruttura esistente e l'aggiornamento della piattaforma per la bollettazione secondo le normative vigenti (in linea con quelle previste per l'energia elettrica ed il gas), ha provveduto ad emettere per gli utenti del Comune di Pietra Ligure due bollette relative ai primi due trimestri del 2016, onde testare il sistema ed individuare le anomalie presenti.” spiega.

“Terminata questa fase è stato possibile procedere, previo confronto con l'associazione a tutela dei consumatori, all'emissione della bolletta di chiusura dei periodi arretrati, cercando di recare i minori disagi possibili all'utenza con un'apposita compagna informativa preventiva e la previsione di una rateazione, che per gli utenti di Pietra Ligure può arrivare fino ad un anno.

Sono a disposizione sportelli aperti ogni giorno sia a Pietra Ligure, che a Borgio Verezzi e Borghetto Santo Spirito ed ho potuto verificare di persona l'impegno degli addetti, pur con le difficoltà dovute alla forte affluenza, a fornire agli utenti tutte le spiegazioni del caso.”continua Valeriani.

Al tal fine riporto alcune note che mi sono state inviate dal gestore che credo possano essere utili, anche in risposta ai casi segnalati dal Consigliere Carrara: “Il consumo trimestrale addebitato è stimato ed è calcolato sulla media dei consumi storici di ogni utenza, perciò è uguale per tutti i 6 trimestri addebitati in bolletta (due per il 2016 e quattro per il 2017). A pagina 1 della bolletta, alle sezioni “letture” e “consumi”, vengono indicati rispettivamente il consumo fatturato e l’importo dovuto applicando le tariffe del costo dell’acqua, per l'ultimo trimestre di riferimento (4°/2017). A pagina 2 della bolletta, sezione “dettaglio fiscale”, viene illustrato il calcolo effettuato per definire l’importo totale della fattura. Tutti i costi indicati fino alla voce spese di elaborazione, sono gli importi dovuti per il consumo del trimestre considerato alla pagina 1 (4°/2017). I totali dei costi delle singole voci, consumi acqua, fognatura, depurazione ed UI1, sono poi moltiplicati per i 5 trimestri precedenti, mentre la quota fissa è calcolata su base annuale. Prima di recarsi presso l'ufficio utenti è necessario controllare la lettura del contatore e confrontarla con quella stimata al 31/12/2017. Se i calcoli sono corretti la lettura attuale dovrebbe essere superiore a quella indicata in bolletta. Nel caso il contatore riporti una lettura nettamente inferiore è sufficiente portare una foto del contatore a comprova della lettura e la bolletta viene sospesa in attesa di ricalcolo, che avverrà con l’emissione della bolletta relativa al primo trimestre 2018. Si consiglia di segnalare anche il caso in cui la lettura attuale risulti nettamente inferiore a quella stimata al 31/12/2017, onde avere la possibilità di rateizzare il maggior consumo”.

Concludo facendo presente che, quali amministratori pubblici, è nostro dovere vigilare costantemente sull'operato del nostro gestore pubblico costituito per garantire il rispetto del referendum votato dai cittadini per evitare la privatizzazione dell'acqua, e controllare che lo stesso utilizzi al meglio le tariffe riscosse dai cittadini, ricordando che rappresentano l'unica risorsa per continuare a garantire il servizio pubblico essenziale affidato.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore