/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 17 maggio 2018, 19:47

Ferrando: “Presentato nuovo calendario venatorio. Grazie ai miei emendamenti rafforzate le ragioni per due giornate aggiuntive di caccia"

"Grazie all’utilizzo di dati scientifici, il calendario venatorio non è stato impugnato al Tar”

Oggi è stato presentato in terza commissione dall’assessore Mai il calendario venatorio per la stagione 2018-2019. Un calendario molto simile a quelli del 2016 e del 2017, che anzi apporta per alcune specie ulteriori piccole limitazioni.

Il consigliere regionale del Partito Democratico Valter Ferrando ha presentato una serie di emendamenti, così come il consigliere della Lega De Paoli. “I miei emendamenti – spiega Ferrando – servono a rafforzare le ragioni contenute nelle premesse del calendario venatorio, soprattutto per quel che riguarda il mantenimento dei due giorni aggiuntivi di caccia da appostamento fisso per migratoria previsti a ottobre e novembre. Ispra, infatti – aggiunge Ferrando – aveva chiesto che le giornate aggiuntive fossero ridotte a una. Oltre ai dati nazionali ed europei, la Regione Liguria, grazie a un lungo lavoro fatto nel corso degli anni con l’Università di Genova, può contare anche su alcuni dati molto precisi e aggiornati che dimostrano invece come la chiusura di una giornata aggiuntiva non sia necessaria. Quindi – conclude Ferrando – è giusto che il calendario venatorio preveda il mantenimento di due giornate in più di caccia. Grazie all’utilizzo di questi dati scientifici, negli ultimi anni, il calendario venatorio non è stato impugnato al Tar”.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore