/ Solidarietà

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Solidarietà | giovedì 17 maggio 2018, 09:22

Alassio, l'Accademia Kronos e il Comune aiutano un giovane cane malato di tumore

Il presidente Briatore (Accademia Kronos): "Si tratta di un cane giovane e forte, non avremmo potuto accettare che 'la natura facesse il suo corso' come ci era stato fatto intendere da qualcuno"

Grazie all'intervento dell'Accademia Kronos e del personale degli uffici amministrativi del Comune di Alassio si è riusciti a dare una possibilità ad un giovane cane malato di tumore. La storia di questo cane inizia tempo fa quando, trovato a vagare abbandonato nel territorio comunale di Alassio è stato preso e condotto presso il canile di Sanremo che, attraverso una convenzione con il comune si è preso cura di lui.

Recentemente al giovane cane di taglia grande è stato riscontrato un tumore. I veterinari che lo hanno visitato gli hanno dato, tuttavia, buone speranze di sopravvivere (80-90%) se però fosse stato operato per la sua patologia.

Afferma Alberto Briatore, presidente dell'Accademia Kronos: "Si tratta di un cane giovane e forte, non avremmo potuto accettare che 'la natura facesse il suo corso' come ci era stato fatto intendere da qualcuno. Ci siamo subito arrivati e siamo andati negli uffici comunali di Alassio per parlare con il personale e i dirigenti. Rappresentata la situazione e dopo esserci confrontati sulle norme che regolano la materia abbiamo visto una apertura. Quel cane è del comune di Alassio che deve prendersene cura affrontando anche le spese veterinari. In questo caso erano necessari 500 euro circa per operarlo. Alla fine ce l'abbiamo fatta e verrà curato per la sua patologia. Siamo contenti di questo risultato e che si sia risolta la situazione".

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore