/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | domenica 20 maggio 2018, 18:46

Albenga: il sommelier Massimiliano Moroni riapre l'antico Caffè Testa e lo trasforma in elegante e moderno winebar

“Puntiamo sul classico, caffetteria al mattino, una piccola tavola fredda a pranzo e aperitivi con rossi, bianchi e bollicine assieme a tapas e stuzzichini”, spiega Massimiliano

Albenga: il sommelier Massimiliano Moroni riapre l'antico Caffè Testa e lo trasforma in elegante e moderno winebar

Dopo un periodo di chiusura, la cui durata è oggetto di animata discussione in città fra chi afferma che era chiuso da oltre due anni e chi scommette su una durata decisamente minore, nel pieno centro storico di Albenga ha riaperto un locale storico, l’Antico Caffè Testa. Della vocazione originaria rimane poco perché è diventato un elegante e moderno “wine bar”, una sintesi equilibrata fra enoteca e bar, con il fascino dell’antico grazie ai soffitti a volta, il bianco e nero che ne tratteggia gli spazi e pietre e mattoni a vista.

Il promotore di questa iniziativa, che ha portato nuova luce e energia nel centro storico, è il bravo e competente sommelier Massimiliano Moroni, che finalmente ha realizzato un sogno coltivato da tempo, quello gestire un locale tutto suo e dove il vino, la sua grande passione, fosse assoluto e indiscusso protagonista. La sfida è complessa e ambiziosa: offrire qualcosa di innovativo e di grande qualità a chi cerca una pausa caffè veloce o un aperitivo più accattivante e rilassante. “Puntiamo sul classico, caffetteria al mattino, una piccola tavola fredda a pranzo e aperitivi con rossi, bianchi e bollicine assieme a tapas e stuzzichini”, spiega Massimiliano, che usa il plurale perché all’interno del locale opera una vera e proprio squadra. Un trio formidabile: Massimiliano al banco, che porta in dote la sua  grande esperienza del vino; in sala Federica Lantero sempre pronta a sprigionare energia e simpatia ed in cucina la “regina dei finger food”, la talentuosa chef, Laura Anfossi aderente alla Federazione italiana cuochi. I vini sono soprattutto del territorio, ma non mancano interessanti etichette italiane e straniere che arrivano da cantine selezionate direttamente e personalmente dal sommelier. Sui muri campeggiano le foto di un volto di donna di rara bellezza, sempre uguale e riproposto anche sulle sedie, Per gli amanti della birra, il locale offre anche una selezione di etichette buone, classiche e originali del birrificio 44 di Albenga, una realtà piccola, artigianale, ma veramente interessante.

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore