/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 20 maggio 2018, 15:33

Blitz del "Le Iene" sulla spiaggia di Ceriale

Nell'intervista a Roberto Orlando pare rispuntino i nomi di Gullace e Fazzari. Il servizio andrà in onda su Italia 1

Blitz del "Le Iene" sulla spiaggia di Ceriale

Gli inviati della trasmissione “Le Iene” hanno fatto incursione sulle spiagge di Ceriale per un’intervista a Roberto Orlando, consorte di Rita Fazzari.

Trovato mentre era al lavoro sulla ruspa per setacciare la sabbia degli stabilimenti balneari privati di Ceriale, Orlando, almeno inizialmente, pare non essersi sottratto alle domande degli intervistatori.

Una intervista durata diversi minuti fino a che l'uomo, di fronte alle insistenze degli inviati, si è allontanato. “Le Iene” sono riuscite in serata a concludere il loro servizio, che andrà in onda durante la nota trasmissione su Italia 1.

Oggetto dell'intervista pare siano stati proprio i lavori negli stabilimenti balneari. Dall'associazione di categoria si smentiscono nettamente ipotesi e illazioni, ma alla mente torna quanto era emerso tempo fa quando anche i quotidiani locali si erano occupati dell'affidamento alla società Gi. Erre della pulizia dei lidi, avvenuto quando l'impresa era ancora in attesa dell'inserimento nella "white list" della Prefettura savonese. 

Una società comparsa tra i beni sequestrati, e poi restituiti, nell'ambito dell'operazione "Real Time" che portò in carcere il presunto boss Nino Gullace. 

Sul punto Christian Abbondanza de "La Casa della Legaità" afferma: "Il caso era emerso tempo fa quando con la Gi.Erre, la ditta che faceva capo a Orlando e alla moglie Rita Fazzari si occupava della pulizia delle spiagge di Ceriale finendo, così, agli onori delle cronache. Dopo che emerse l'inchiesta ed il legame con Gullace durante la maxi-operazione dalla Dda di Reggio Calabria denominata “Alchemia, la società non lavorò più con il Comune, ma Roberto Orlando continuò ad occuparte delle spiagge dei privati, ma essendo demanio, a mio avviso non sarebbe corretto".

 

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium