/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | giovedì 24 maggio 2018, 16:45

Savona, convegno su infrastrutture e mobilità sostenibile, Bosio (CISL): "Insieme possiamo rendere competitivo il territorio"

Presenti al tavolo di lavoro anche l'assessore regionale Giampedrone, la presidente della Provincia Giuliano, Pasquale presidente della Camera di Commercio, Signorini presidente dell'Autorità di Sistema Portuale, Delfino del Campus di Savona e Maestripieri, segretario Cisl Liguria.

 "Faremo un focus sulle ferrovie, autostrada, Aurelia bis e nuova portualità. Riteniamo che questo territorio abbia delle grandi opportunità ma per essere competitivo e per efficentare quello che è il tema del sedimento di nuove imprese e quindi avere più occupati visto che c'è una situazione molto difficile per la quale è stata riconosciuta anche l'Area di crisi complessa, bisognerà fortemente intervenire per l'area costiera e l'entroterra. Insieme fare un grande lavoro e possiamo rendere competitivo il territorio ".

Con queste parole il segretario generale Cisl Imperia, Savona Claudio Bosio ha illustrato le ragioni del convegno organizzato dall'organizzazione sindacale sul tema delle infrastrutture e la mobilità sostenibile nel savonese dal titolo "La strada per il futuro".

Al "tavolo di lavoro" hanno partecipato l'assessore ai lavori pubblici, infrastrutture e viabilità della Regione Liguria Giacomo Raul Giampedrone, la presidente della Provincia di Savona Monica Giuliano, Luciano Pasquale, presidente Camera di Commercio Riviere di Liguria Luciano Pasquale, Federico Delfino, prorettore campus Universitario di Savona, Paolo Emilio Signorini, presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del mar Ligure occidentale e Luca Maestripieri, segretario Cisl Liguria. Nel pubblico erano presenti oltre ai diversi rappresentanti delle organizzazioni sindacali anche alcuni sindaci del territorio savonese.

"C'è molto da fare, è fondamentale continuare a discutere - spiega l'assessore Giampedrone - ragioniamo oramai di una strategia portuale fra Genova a Savona che candida queste due autorità portuale del Mediterraneo, abbiamo la piattaforma Maersk a Vado che è in via di definizione che sicuramente incrementerà posti di lavori ma implementerà anche il traffico su gomma sulle arterie secondarie e quindi sull'autostrada, abbiamo un deficit infrastrutturale cronico nel ponente della Liguria che si riverbera costantemente ogni weekend".

 

"Alcune opere sono avviate, il Valico è al 30% di realizzazione, altre stanno per partire e ora bisogna pensare a quelle che serviranno per il futuro. Abbiamo bisogno di infrastrutture, solo attraverso esse possiamo recuperare quel pò di sviluppo e di crescita che sono indispensabile per creare una condizione nuova di lavoro per i nostri giovani. La politica deve risolvere questi problemi noi possiamo dare una mano e indicare quelle che sono le priorità" continua Maestripieri, segretario generale Cisl Liguria.

"Per assorbire il problema del traffico l'Autorità di Sistema Portuale investirà sulla strada di scorrimento che porta al casello di Savona da Vado e in prospettiva sul nuovo casello di Bossarino, dobbiamo farlo in tempi celeri, dal 2020 la piattaforma Maersk sarà operativa e avremo maggior traffico - spiega Paolo Emilio Canavese rispondendo anche sul caso del traffico albisolese, tema dell'incontro tra i cittadini e il sindaco Orsi la settimana scorsa - Capisco che la situazione della mobilità è pesantissima, dobbiamo coniugare maggiori traffici e investimenti con una mobilità più sostenibile, garantiremo che essi vengano fatti più celermente possibile. Il casello di Albamare non è di fattibile attuazione".

Sul caso albisolese anche Cladio Bosio si è soffermato: "Riteniamo che l'attuale tratto stradale e autostradale siano insufficienti, il potenziamento del collegamento ferroviario è una opportunità che bisogna perseguire, l'Aurelia bis è una delle occasioni su cui bisogna puntare oltre alla creazione di una terza corsia autostradale e crediamo che ci sia il bisogno completare la ferrovia da Ventimiglia a Genova".

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore