/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 02 giugno 2018, 16:26

"Festa della Repubblica", a Pietra Ligure sventola il tricolore. Il sindaco Valeriani: "A questa festa tengo in modo particolare"

La comunità pietrese ha celebrato la festività del 2 giugno con una cerimonia a cui hanno preso parte le principali autorità civili e militari locali. Presente anche in veste ufficiale Luigi De Vincenzi, vicepresidente del consiglio regionale.

"Festa della Repubblica", a Pietra Ligure sventola il tricolore. Il sindaco Valeriani: "A questa festa tengo in modo particolare"

Anche Pietra Ligure ha celebrato quest'oggi la "Festa della Repubblica" e lo ha fatto con una cerimonia a cui hanno preso parte le principali autorità civili e militari locali, oltre che numerosi fra cittadini e turisti. Presenti, in vesti ufficiali, anche Luigi De Vincenzi, vicepresidente del consiglio regionale, e la vicesindaco di Giustenice Renata Mazza.

Dopo il ritrovo in piazza Castello e la distribuzione ai cittadini che ne hanno fatto richiesta della bandiera della Repubblica Italiana, Don Ennio Bezzone, parroco di Pietra Ligure, ha effettuato la benedizione delle bandiere seguita dall'innalzamento del tricolore sul castello “Castrum Petrae”.

Proprio dal castello pietrese è partito il corteo delle Bandiere Tricolori, accompagnato dall’esecuzione di inni patriottici da parte della Banda Filarmonica "Guido Moretti". 

La deposizione della Corona d’alloro al Monumento ai Caduti, poi, è stata il preludio all'appuntamento finale svoltosi in piazza Martiri della Libertà: il saluto del sindaco Dario Valeriani. Alla cerimonia hanno preso parte, recitando alcune poesie, anche gli studenti delle scuole primarie cittadine. Inoltre, il primo cittadino ha consegnato una copia della Costituzione italiana ai neo maggiorenni che hanno partecipato all'evento.

"Una bellissima celebrazione - ha commentato il sindaco Valeriani - sobria nel suo svolgimento, ma importantissima nel suo significato. Mi fa molto piacere che ci siano state le persone che sono state invitate: le forze dell'ordine, per il quale ho avuto particolari parole di ringraziamento. Oggi ho giurato sulla nostra bandiera, sulla nostra Costituzione, e quindi voglio essere, come dire, un continuatore di quello che hanno fatto i nostri padri costituenti, a questa festa tengo in modo particolare".

"Credo che se non ci fosse stato il 25 Aprile, Festa della Liberazione, non saremmo qui a parlare del 2 giugno, della  Costituzione e di altri eventi - ha invece dichiarato Luigi De Vincenzi, vicepresidente del consiglio regionale - ho ricordato anche Carlo Azeglio Ciampi, Presidente della Repubblica che ha voluto istituire il 2 giugno come festa nazionale. Inoltre, ho ringraziato anche il Presidente Mattarella perché ci ha ricordato in questo momento quanto sia importante che ci sia una Costituzione e che questa vada rispettata".

A concludere la mattinata di celebrazioni, l'innalzamento della Bandiera sul Palazzo Comunale.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium