/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 02 giugno 2018, 15:30

Borghetto, minoranza all'attacco: "Si taglia sull'essenziale e si spende sul superfluo in modo contraddittorio?"

I gruppi consiliari "In cammino" e "Liberiamo Borghetto" critici sul tema relativo allo spostamento dell'area destinata agli spettacoli viaggianti e dalle spese derivate da questa decisione.

Borghetto, minoranza all'attacco: "Si taglia sull'essenziale e si spende sul superfluo in modo contraddittorio?"

"I lavori per lo spostamento dell'area destinata agli spettacoli viaggianti (che quest'anno saranno ubicati in Via Olimpia) sono costati al Comune circa 20.000 euro: più o meno quanto è stato risparmiato, ad esempio, eliminando le agevolazioni per la mensa o chiudendo l'ufficio informazioni turistiche, che per la stessa cifra poteva garantire il servizio per 6 mesi l'anno con personale esperto e qualificato". Si apre con queste parole il comunicato firmato dai gruppi consiliari di Borghetto Santo Spirito "In cammino" e "Liberiamo Borghetto" sul tema relativo allo spostamento dell'area destinata agli spettacoli viaggianti.

"Questa maggioranza - prosegue la nota - continua imperterrita a raccontare ai cittadini che le "lacrime e il sangue" sono necessari se si vuole uscire dal predissesto. Ma se si osserva con attenzione si scopre che se da una parte si taglia con la solita scusa del "buco", dall'altra si introducono spese assolutamente evitabili e che col ripianamento del "buco" non c'entrano nulla, come i 20.000 euro sopra citati o quelli utilizzati per smantellare e rimettere a nuovo aiuole già esistenti. Pensiamo davvero che sia più utile ai cittadini sistemare una nuova area per gli spettacoli viaggianti anziché ad esempio mantenere il Campo Solare o le agevolazioni sull'Imu e sulle tariffe? Francamente non capiamo il criterio con cui vengono effettuate queste scelte. Forse manca un coordinamento e tutto è lasciato alle iniziative dei singoli amministratori, quindi si taglia sull'essenziale e si spende sul superfluo in modo contraddittorio, senza che una mano sappia cosa fa l'altra? Oppure, al contrario, c'è la precisa volontà politica di tagliare i servizi ai cittadini e gli aiuti alle fasce più deboli per recuperare denari da spendere su altri capitoli più "vistosi"? Di certo, l'impressione è che ci siano settori di serie A, gestiti da amministratori che hanno accesso ai luoghi in cui si decide davvero, per i quali i fondi in un modo o nell'altro si trovano sempre; e settori di serie B, i cui amministratori di riferimento vengono lasciati fuori dalle reali "stanze dei bottoni" e per i quali invece esistono solo tagli".

"In conclusione, questi 20.000 euro spesi solo per spostare l'area dei giostrai fanno sorgere spontanea una domanda: come può la maggioranza sostenere che tutti i sacrifici chiesti ai cittadini e tutti i tagli fatti siano inevitabili, se poi i soldi vengono spesi per iniziative come questa, non necessariamente sbagliate ma sicuramente non indispensabili?" terminano infine gli esponenti della minoranza borghettina.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium