/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | martedì 05 giugno 2018, 18:41

Asse 6, Pasa (Cgil) attacca Savona: "Al momento non hanno portato avanti l'impegno"

Replica l’assessore del comune di Savona Maria Zunato: “Ho partecipato alla predisposizione del protocollo d’intesa regionale e ci siamo presi l’impegno a rispettarlo. Abbiamo carenze di strutture informatiche e elenco fornitori”

Asse 6, Pasa (Cgil) attacca Savona: "Al momento non hanno portato avanti l'impegno"

"Qualche mese fa con grande sforzo e un lavoro che è costato quasi un anno alle associazioni datoriali, alla Regione e al sindacato abbiamo prodotto un importantissimo accordo, unico in Italia che permette di poter fare lavorare aziende sul territorio e soprattutto rioccupare lavoratori sull'asse 6, dei 5 comuni indicati dall'accordo, Savona è l'unico ad aver fatto i bandi e non ha portato avanti l'impegno" spiega Andrea Pasa, segretario generale Cgil Savona.

Approvata il 28 aprile dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi, l’assegnazione di 4,8 milioni di euro dell’asse 6 “Città” del Por Fesr 2014-2020 ai Comuni di La Spezia, Genova, Imperia, Sanremo e Savona per progetti indirizzati alla realizzazione di strategie urbane integrate e sostenibili, approvate dai Comuni stessi e il totale degli stanziamenti previsti è di 19,2 milioni di euro per i quattro Comuni.

"Meglio fare una discussione molto chiara e più approfondita, noi abbiamo fatto subito una richiesta alla Regione Liguria, nella giornata di ieri l'assessore allo sviluppo economico Benveduti ha dato la parola a Cgil, Cisl e Uil regionali di convocare immediatamente nelle prossime settimane un incontro proprio partendo da Savona per verificare effettivamente la bontà o meno delle cose messe in campo dal comune" continua Pasa.

Afferma l’assessore del comune di Savona Maria Zunato “Ho partecipato alla predisposizione del protocollo d’intesa a livello regionale e ci siamo presi l’impegno a rispettare il protocollo sottoscritto. Il comune di Savona non ha l’elenco fornitori per cui ha proceduto attraverso l’invito a partecipare, inoltre è in ritardo sulle strumentazioni tecnologiche adeguate tipo il Suap, abbiamo provveduto per avere delle misure per l’informatizzazione dei servizi e delle procedure, esiste una carenza di strutture che garantiscano ai cittadini le procedure online. Ci siamo ritrovati un comune fermo da anni mentre avrebbero dovuto essere attivate da tempo e siamo intervenuti con l’asse 6 per implementare tutto ciò”.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore