/ Eventi

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Eventi | 05 giugno 2018, 18:33

Celle: meeting arcobaleno scuola 2018 con i Lions oltre le barriere

Gare di atletica a Celle (mercoledì 6 giugno) per avvicinare disabilità e sport. E’ l’iniziativa organizzata dai 4 Lions Club liguri della zona 3-A del Distretto Lions 108 Ia3 (Liguria di ponente e Piemonte occidentale)

Celle: meeting arcobaleno scuola 2018 con i Lions oltre le barriere

Anche quest’anno si rinnova l’impegno del Lions Club  per mantenere i riflettori puntati sul mondo della disabilità.  In occasione del 101°  anniversario  della fondazione del Lions Club International, i club della III CRZ  zona A (Albissola Alba Docilia, Arenzano – Cogoleto, Valbormida e Varazze – Celle Ligure) hanno organizzato, con il coordinamento di Giuseppe Pata, presidente di Zona, un evento per la promozione dell’attività sportiva per i disabili quale elemento di inclusione sociale.

L’iniziativa si prefigge di superare il successo di quella del 2017 e propone per il secondo anno una maggiore partecipazione di atleti normodotati e disabili assieme.

Il programma dell’evento sarà il seguente.

Mercoledì 6  giugno  allo stadio ‘Olmo – Ferro’ di Celle Ligure, con inizio alle ore 9,30 e termine previsto per le 12,30, è in programma ‘Con i Lions oltre le barriere’: gare di atletica riservate ai disabili saranno inserite nel ‘Meeting Arcobaleno Atletica Scuola’, dedicato al mondo della scuola. I Lions hanno collaborato con Centro Atletica Celle e Comuni di Celle e Varazze, Coni, Fidal, Atletica Arcobaleno, Fispes e Cip (Comitato italiano paralimpico). La manifestazione è stata inserita nella ‘Giornata nazionale dello sport’.

Programma gare:

Categoria Ragazzi/e: 60 piani – cross 1000 metri - Salto in Lungo – Vortex 

Categoria Cadetti/e: 80 piani – 600 metri - Salto in Lungo – Salto in Alto - Getto del Peso (Kg. 3 femmine/Kg. 4 maschi)

I ragazzi saranno premiati dall'atleta delle FIAMME ORO Erica Musso - vice campionessa del mondo nel 2015 a Kalan, nella staffetta 4x200 stile libero insieme con Pellegrini, Nizzau e Masini-Luccetti

 “Abbiamo cercato, per quanto possibile, di favorire la massima partecipazione alle gare e il coinvolgimento di alunni portatori di handicap – spiega Giuseppe Pata - L’obiettivo è quello di avvicinare i ragazzi con disabilità allo sport e di stimolare le associazioni sportive presenti sul territorio ad aprirsi a questo mondo”.

cs

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium