/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

part-time pomeridiano disponibile ponti primaverili e stagione estiva 2018 pescheria friggitoria in Celle Ligure...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 07 giugno 2018, 07:41

Comunali Carcare, 'pillole programmatiche' della Lista De Vecchi

Il contenitore delle proposte si chiama 'carta degli impegni'

 

Si chiamerà “carta degli impegni”  il contenitore di proposte, con le quali la lista elettorale dell’attuale assessore ai lavori pubblici del comune di Carcare, Christian De Vecchi, si presenterà ai cittadini carcaresi in occasione delle prossime elezioni comunali dei Domenica 10 Giugno. Di seguito un estratto di “pillole” dal programma elettorale, ovviamente la possibilità di approfondimento è garantita dalla consultazione del blog o dal ritiro del materiale in forma cartacea presso il point elettorale di via Garibaldi.

BILANCIO - “Punto di partenza per ogni riflessione futura intorno alle economie collettive, è quello di poter affermare, oggi, che il bilancio del Comune di Carcare è sano, e rispetta tutte le prescrizioni richieste dalle normative nazionali in materia di fiscalità pubblica. Una condizione indispensabile per poter accedere virtuosamente ai bandi di finanziamento indetti da Regione, Ministeri e Unione Europea. In 10 anni abbiamo costruito un bilancio comunale sano”.

POLITICHE SOCIO SANITARIE - “In periodi di congiunture economiche non favorevoli, come l’attuale, l’ente locale è chiamato ad esercitare un ruolo fondamentale. Non a caso, il settore delle politiche socio-sanitarie è strategico per esercitare un corretto mutuo soccorso nei confronti delle “fasce deboli” della comunità cittadina, quotidianamente gli uffici dei servizi sociali attuano attività finalizzate all’inclusione dei propri concittadini che si trovano in situazioni di difficoltà. Fare inclusione significa anche determinare le condizioni per generare occupazione professionale”.

MANTENIMENTO DEI SERVIZI SUL TERRITORIO - “Carcare ha una vocazione residenziale e di servizi, in questi ultimi 5 anni abbiamo mantenuto sul territorio gli uffici dell’ASL, dell’INAIL, dell’INPS, il Centro per l’impiego, il Centro di Formazione Professionale, la sede della Polizia Stradale, presidi che diversamente sarebbero stati delocalizzati a Savona. Tra queste la situazione maggiormente complessa resta quella dell’immobile Ex IAL, il fallimento e i debiti privati che gravano sulla struttura non aiutano. Completare il percorso di interessamento insieme alla Regione Liguria sarà una priorità del nostro programma”.

SICUREZZA PREVENTIVA E REPRESSIVA - “Gruppi di Controllo di Vicinato” tra le novità della Carta degli Impegni della lista De Vecchi. 3000 telecamere nei nostri telefonini, proviamo a immaginare quante telecamere abbiamo nei nostri telefonini e pensiamo al loro potenziale preventivo e repressivo”.

LA CARTA DEGLI IMPEGNI - “La “carta degli impegni” del domani ha origine da fatti concreti, quelli che abbiamo messo in pratica in 10 anni di attività amministrativa in ogni settore pubblico. Lo sviluppo di politiche ambientali sostenibili, legate anche al settore dei lavori pubblici e dell’urbanistica; l’attenzione alla qualità e alla sicurezza del servizio scolastico; il mantenimento di un bilancio comunale equilibrato e sano come l’attuale per rispondere puntualmente ai bisogni e alle esigenze della comunità, nel rispetto delle stringenti normative del Patto di Stabilità Interno”.

RIFONDAZIONE DEL C.I.V. - “Oggi è necessario creare tutte le condizioni utili a mantenere l'attuale tessuto economico, condividendo percorsi autodeterminati di specializzazione, di organizzazione e di sistema tra gli operatori. In merito ai percorsi di autodeterminazione sarà strategico concorrere, per il proprio ruolo, alla ricostituzione di un CIV (centro integrato di via) o altre forme di associazione corporativa tra operatori dei settori economici con lo scopo di avere interlocutori affidabili anche nell’ottica di accesso a finanziamenti pubblico-privati dedicati. Così come previsto dalla convenzione approvata, investire una parte degli oneri previsti per l’insediamento del nuovo supermercato (1.500.00,00 €) a favore di opere urbanistiche che avvantaggino la specializzazione, l’organizzazione e la creazione di una rete di sistema per il tessuto commerciale carcarese. Complementari al tessuto delle attività produttive sono i servizi “istituzionali”, il loro mantenimento sul territorio ha una doppia funzione: comoda fruibilità per cittadini; incremento dei flussi frequentativi provenienti dai comuni confinanti. In questi anni aver lavorato per mantenere a Carcare gli uffici ASL, INAIL, INPS, CENTRO PER L’IMPIEGO, CENTRO DI FORMAZIONE, POLIZIA STRADALE, ASILO NIDO, così come disporre di poli scolastici di ogni ordine e grado e centri sportivi per differenti discipline,  centri ricreativi e socio assistenziali, è stato in questo senso strategicamente rilevante”.

URBANISTICA - “I PUMS ovvero i Piani Urbanistici della Mobilità Sostenibile, sono entrati da pochissimo tempo nel dizionario nazionale delle parole in uso nei settori dell’urbanistica. Si tratta di strumenti di pianificazione del territorio ampiamente utilizzati nei paesi nordici dell’unione europea che, saranno oggetto nei prossimi 5 anni di cospicui finanziamenti comunitari, per accelerare in tutta Europa la diffusione di standard urbanistici che privilegino la sicurezza e la sostenibilità ambientale nel settore della mobilità”.

RICORSO AL PROJECT FINANCING – “La piscina all’aperto di Carcare, è il modello di riferimento, in merito al ricorso a strumenti quali il project financing per la costruzione, ristrutturazione e gestione degli impianti sportivi carcaresi. Uno strumento, quello di ricorrere a iniezioni di collaborazione con l’imprenditoria privata nel segmento culturale e sportivo, applicato nel caso della piscina che, ci serve per far comprendere quali opportunità, in termini di modernità gestionale, si possono sviluppare sul nostro territorio attraverso questa forma di connubio tra pubblico e privato, il tutto senza che sull'ente comunale gravi alcun onere e senza che, di conseguenza, i cittadini ne subiscano il peso in termini tributari.”

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore