/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Libera su 3 lati: camera, sala, bagno, cucina con uscita in giardino. Terreno 13.000 mt bosco castagni e frutteto....

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | lunedì 11 giugno 2018, 14:22

Uomo scomparso quasi due anni fa: ritrovato oggi dalla Polizia Ferroviaria di Albenga

Si era allontanato dalla sua residenza in Svizzera. All'uomo era stata diagnosticato un disturbo schizofrenico

Quando gli agenti del Posto di Polizia Ferroviaria di Albenga lo hanno preso in consegna barcollava ed emetteva forti grida del tutto incomprensibili. Voleva salire sul treno ed andare a Ventimiglia senza documenti.

Confortato dalla mano tesa degli uomini di uniforme che con professionalità e delicatezza erano riusciti a rassicurarlo e rasserenarlo, ha cominciato a parlare di sé aggiungendo di essere nato “un po’ in Francia ed un po’ in Svizzera”.

Dagli accertamenti eseguiti è risultato in effetti a suo carico un provvedimento di rintraccio inserito delle Autorità Elvetiche per essersi allontanato dal proprio domicilio in Svizzera circa un anno e mezzo prima e che era affetto da schizofrenia. Inimmaginabile è stata la gioia dei parenti dell’uomo, raggiunti telefonicamente dagli Operatori della Polizia Ferroviaria.

Da quando si era allontanato da casa non aveva mai più dato sue notizie e i parenti versavano in una situazione di grande preoccupazione per la sua sorte, non sapendo neanche se fosse ancora vivo fino a quel momento.

La sorella, residente in Svizzera, dopo aver fatto la denuncia di scomparsa, aveva rivolto diversi appelli agli organi di stampa, radiofonici e a programmi televisivi come la trasmissione italiana “Chi l’ha visto” che aveva dedicato una puntata alla scomparsa del fratello.

L’attività della Polizia Ferroviaria ha donato gioia e sollievo ad una famiglia e, finalmente, ha ridato un punto fermo e stabile ad un uomo malato, che per quasi due anni aveva girovagato senza meta, in sola compagnia della sua subdola malattia.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore