/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 14 giugno 2018, 14:20

Rinnovato in Prefettura a Savona il protocollo "Mille occhi sulle città"

Il progetto per la sicurezza coinvolge i comuni di Savona, Alassio, Albenga, Albisola Superiore, Cairo Montenotte, Finale Ligure, Loano, Spotorno, Varazze e numerosi istituti di vigilanza

È stato rinnovato, nella mattinata odierna, il protocollo d’intesa “Mille occhi sulle città” tra il Prefetto di Savona, i Sindaci di Savona, Alassio, Albenga, Albisola Superiore, Cairo Montenotte, Finale Ligure, Loano, Spotorno, Varazze ed i titolari degli istituti di vigilanza Coopservice S.Coop.p.A., IVRI S.p.A., La Pantera S.r.l., La Vigile S.r.l., S.T.S. S.r.l., Vigili dell’Ordine S.r.l., alla presenza dei vertici delle Forze dell’Ordine.

Il modello operativo proposto dal Protocollo “Mille occhi sulla Città”, siglato per la prima volta nel 2012, favorisce l’innalzamento dei livelli di sicurezza nei comuni interessati, corrispondendo alle sempre più avvertite esigenze e aspettative della comunità.

Il Protocollo, in linea con le direttive da ultimo emanate dal Ministro dell’Interno in tema di sicurezza urbana, si propone di accrescere la collaborazione informativa tra soggetti pubblici e privati attraverso il ricorso all’attività degli Istituti di vigilanza privata.

Saranno garantiti i flussi informativi tra le centrali operative degli istituti di vigilanza, cui le singole guardie giurate comunicheranno le notizie concernenti situazioni di rilievo per l’ordine e la sicurezza urbana assunte durante il servizio, e quelle delle forze dell’ordine e delle polizie locali.

Con l’intesa in parola, dunque, le guardie particolari giurate, pur non esercitando funzioni di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria, possono segnalare non solo ipotesi di reato ma anche condotte pregiudizievoli per la sicurezza urbana, quali fattori di degrado ambientale e sociale.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore