/ Alassino

Alassino | 18 giugno 2018, 11:50

Arte&Drink: nasce il Vermentino di Luni targato progetto Antea

I fiori eduli prodotti dai giovani agrotecnici dell’Istituto Agrario D. Aicardi di Albenga abbinati alle ricette dello chef Renato Grasso e al Vermentino dei Colli Di Luni della Cantina Spagnoli Andrea protagonisti al vernissage della mostra alassina dell’artista Alessandra Carloni.

Arte&Drink: nasce il Vermentino di Luni targato progetto Antea

La galleria Artender, realtà culturale emergente del ponente ligure, diretta dal geologo Alessandro Scarpati, coagula, attorno agli artisti che presenta, nuove forme di comunicazioni e d’arte.

Per l’artista romana Alessandra Carloni ha organizzato, lo scorso 5 giugno, una art experience itinerante a sostegno di mari e oceani per la giornata mondiale ONU in difesa dell'ambiente, mentre, per l’inaugurazione della sua personale, un vernissage dedicato all'anno del cibo italiano nel mondo, in collaborazione con Confagricoltura Savona e i giovani chef e maître dell'Istituto Alberghiero di Alassio guidati dal discepolo di Auguste Escoffier, Renato Grasso.

Nel segno di #annodelciboitaliano, in collaborazione con il Centro Studi dell'Istituto Alberghiero di Alassio, la galleria della “Città del Muretto” ha proposto le opere di Carloni abbinate a letture, musica e cibo: ortaggi, piante aromatiche e, più in generale, prodotti tipici accompagnati dal Vermentino di Luni della Cantina Spagnoli Andrea in versione Art Tender ai fiori eduli.

Un’occasione per sostenere il progetto Interreg Alcotra Antea, di cui è partner il Centro di Sperimentazione e Assistenza Agricola di Albenga – Azienda Speciale della Camera di Commercio “Riviere di Liguria” – in partnership con l’istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Giancardi – Galilei - Aicardi”. Il progetto è finalizzato alla promozione di nuovi segmenti di mercato per il settore florovivaistico ligure, in particolare quello dei fiori eduli.

Protagonisti dell’educational, insieme alle tele, i saperi e i sapori delle eccellenze dell’agroalimentare ligure, dal pane di Gavenola al Vermentino di Luni della cantina Andrea Spagnoli, dagli ortaggi dell’azienda Campore Plants all’olio Sommariva, senza dimenticare la VELIER S.P.A. Genova, l’Azienda Fever –Tree e i chinotti delle aziende agricole Parodi e Pamparino “Sensu” di Finale Ligure.

Il progetto s’inserisce tra le attività promosse da Confagricoltura Liguria, in collaborazione con chef e gourmet, per promuovere i prodotti “made in Liguria” a sostegno del progetto 2018 #annodelciboitalianonelmondo ideato dai Ministeri delle Politiche Agricole e Forestali e dei Beni Culturali per sostenere il brand Italia attraverso l’enogastronomia e i prodotti tipici.

L’educational, promosso dal Centro Studi sul Turismo F. M. Giancardi di Alassio in conformità al piano di miglioramento e al progetto Scuola e Territorio, è stato coordinato dal geologo Alessandro Scarpati e dal team di progetto composto dai docenti: Giuseppe Rossi, Mariella Gaudenti, Antonio Talarico, Antonella Annitto, Monica Barbera, Stefania Violino e Franco Laureri.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Leggi le notizie di Imperia e Golfo Dianese

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium