/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 19 giugno 2018, 16:16

"Guerra" ai pullman di turisti nel ponente. Melgrati: "Dovranno chiedere autorizzazioni e stare alle regole"

Dubbioso sulla tassa ai pullman il sindaco di Laigueglia Roberto Sasso del Verme. Nel frattempo si potenziano i collegamenti don la Liguria ed in particolare il ponente , FlixBus istituisce nuove fermate anche ad Alassio

"Guerra" ai pullman di turisti nel ponente. Melgrati: "Dovranno chiedere autorizzazioni e stare alle regole"

FlixBus punta sul Savonese per l’estate 2018 e mira d agevolare i flussi turistici verso il ponente raddoppiando i collegamenti con le principali località della Riviera.

Sono state istituite, infatti,  15 nuove fermate ad Andora, Alassio, Ceriale, Borghetto S. Spirito, Loano, Pietra Ligure, Finale Ligure, Varigotti, Noli, Spotorno, Vado Ligure, Albissola, Celle Ligure e Varazze permettendo a queste località di diventare più facilmente raggiungibili dai turisti provenienti da Milano, Gallarate e Varese.

Si potrebbe dire, però, che per qualcuno, forse, lo erano già un po’ troppo.

È il caso di Alassio e Laigueglia in prima linea contro il turismo low cost ed in particolare proprio contro le ondate di persone che nei weekend vengono “scaricate” vicino alle spiagge libere occupandole e lasciandole poi, solo a sera, completamente “devastate”

“Questo tipo di turismo – ha affermato nei giorni scorsi Marco Melgrati ad Alassio e, più in generale al territorio, non porta nulla. Queste persone arrivano con ombrelloni, gazebo, frigoriferi e, spesso, lasciano le spiagge sporche oltre a compiere atti di danneggiamento nelle vicine spiagge attrezzate”.

Proprio per questo l’annunciata decisione di introdurre una tassa di 500 euro che dovrà essere pagata da ogni pullman in sosta sul territorio comunale. A fronte di tale pagamento sarà istituita un’area di sosta “Certo non sulla passeggiata o sul lungomare, il nostro intento non è quello di agevolare questo turismo ” spiega Melgrati.

Naturalmente tutti i pullman che sosteranno sul territorio comunale dovranno sottostare a tale normativaTutti dovranno richiedere le autorizzazioni e dovranno stare alle condizioni economiche e pratiche decise dall’amministrazione, questo anche in termini di fermate”.

Il sindaco di Laigueglia Roberto Sasso del Verme sull'ipotesi tassa ai pullman, invece, è più cauto e afferma: "Credo sia di difficile applicazione e certo non vogliamo stoppare i turisti magari di tedeschi che vengono per qualche giornata al mare nei nostri stabilimenti. Sicuramente, però, siamo attenti al fenomeno del turismo low cost e, per questo, abbiamo ripreso l'ordinanza che il sindaco Maglione aveva fatto lo scorso anno. Niente gazebo o ombrelloni oltre i 2 metri, no alle tende e a fornelli o fiamme libere in spiaggia, chiusura dei cancelli nelle ore notturne e presidio delle guardie giurate al mattino presto, ma anche durante la giornate per evitare alcuni fenomeni che si sono verificati gli scorsi anni. Con Marco Melgrati su questo tema comunque siamo sulla stessa lunghezza d'onda e sono certo che ne parleremo ancora nei prossimi giorni".

Nessuna deroga, dunque, anche per Flixbus, ma rimane il fatto che attualmente si parla di determinate regole e pagamenti solo per i pullman che sostano sul territorio comunale, più difficile potrebbe essere applicare una qualche limitazione a quei mezzi che arrivano lasciano i turisti per poi ripartire e tornare a prenderli o in serata o, magari, il giorno successivo.

L’azienda, nel frattempo fa sapere che per il momento non sono previste prenotazioni per turisti giornalieri, bensì chi ha chiesto informazioni o prenotato viaggi fino alla città del muretto conta di fermarvisi per qualche giorno per lo meno.

Flixbus certo non arrerta sul suo progetto sulla Liguria ed infatti oltre a istituire connessioni estive per facilitare l’arrivo dei turisti in provincia, FlixBus include Savona e Albenga nella prima sua prima linea biregionale in Liguria, collegandole con alcuni dei più importanti snodi della regione e dei principali centri toscani.

Non solo, infatti si raddoppiano anche le città collegate con Savona, grazie anche ai collegamenti transfrontalieri che la eleggono a nuovo snodo per la mobilità internazionale in Liguria: tra le destinazioni estere, Cannes si aggiunge in Costa Azzurra a Nizza (collegata anche con Albenga) e Marsiglia, mentre verso nord si possono ora raggiungere, tra le altre, Basilea e Zurigo in Svizzera e Friburgo e Francoforte in Germania.

Tra le destinazioni raggiungibili da Savona con FlixBus, anche Torino (a poco più di un’ora e mezza), Verona, Trento, Bolzano, Ancona, Perugia, Napoli e Salerno.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium