/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 21 giugno 2018, 10:30

Il finalese Alessandro Brunetti è "l'eroe" dell'ALVI Trail

Sugli oltre 400 km dell'Alta Via dei Monti Liguri il "Patron" dell'ASD Trailrunners Finale ha fatto un primo posto di categoria e ottavo assoluto

Ringraziamo Sergio Pitzalis per gli scatti fornitici

Ringraziamo Sergio Pitzalis per gli scatti fornitici

Alessandro Brunetti, presidente dell'ASD Trailrunners Finale Ligure, gli ormai mitici e inarrestabili "Cavrones" conosciuti soprattutto per il loro "Trail del Marchesato", sale sul podio (primo di categoria e ottavo assoluto) dell'ALVI Trail, la gara di running sull'Alta Via dei Monti Liguri.

Brunetti ci racconta così questa emozionante esperienza: "Questa gara è passata un po in sordina ma reputo che per la nostra Liguria sia un fiore all'occhiello, una gara a tappe sull'alta via dei monti liguri, 8 giorni, 8 tappe per 400 Km totali, organizzata alla perfezione da Luciano Bongiovanni di Emozioni sport di Genova.

Oltre alla particolarità della gara a tappe la cosa bella che il percorso non è bandellato come tutte le gare ma bisogna orizontarsi con un gps od una delle app sentieristiche moderne. Quindi non devi solo correre ma devi usare anche la poca lucidità che ti rimane durante la gara. Un esperienza bellissima finita nell'ottava posizione assoluta ed un primo di categoria, ti dirò di più, secondo me le gare a tappe cosi sono il futuro dell'ultra trail".

Il presidente dei Trailrunners Finale ci regala qualche dettaglio tecnico: "Una gara a tappe del genere è molto più difficile di una gara lunga in linea e ti dico il perchè. Ogni giorno parti, fai gara, arrivi, ti massaggiano, mangi, recuperi, dormi e il giorno dopo sei di nuovo caldo per dare il massimo sulla linea di partenza e cosi per otto giorni questi cicli di fatica e riposo si ripetono fino a che il tuo corpo si abitua e diventi mostruosamente forte ed inarrestabile". 

Brunetti svela un'anticipazione: "Tutta questa gara è stata un allenamento per competere il prossimo settembre nella gara più importante e difficile a copie che si terra la prima settimana di settembre: la GORE-TEX Transalpine-Run, 7 tappe con partenza da Garmish Austria e arrivo a Bolzano. L'attraversamento sulle Alpi di tre stati, Austria, Svizzera, Italia".

E con la dovuta autoironia conclude: "Questa volta non correrò solo ma con il mio caro Amico e compagno di squadra Valter Vallarino, avremmo 109 anni in due e puntiamo sicuramente a salire sul podio di categoria super giovani".

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium