/ Politica

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 21 giugno 2018, 10:29

Borghetto Santo Spirito: tutti i consiglieri rinunciano al "gettone"

Decisione condivisa da maggioranza e minoranza. Ma la lista Liberiamo Borghetto tiene a sottolineare: "Noi lo facevamo già da un anno"

Borghetto Santo Spirito: tutti i consiglieri rinunciano al "gettone"

Ieri in consiglio comunale a Borghetto Santo Spirito, con l'approvazione unanime di maggioranza e minoranza, è stata emessa la decisione di rinunciare, come atto di responsabilità verso un comune in pre-dissesto, al "gettone di presenza" nelle sedute consiliari per tutto il mandato.

Il gruppo consiliare In Cammino suggerisce di destinare i soldi accantonati per progetti culturali, proponendo di darli alle scuole o alla biblioteca. Replica il presidente del consiglio Alessandro Sevega: "Non è questa la sede per discuterne, ma istituiremo una apposita commissione dei capigruppo per valutare il modo migliore per utilizzare questo piccolo risparmio".

Una punta di amarezza è espressa da Pier Paolo Villa, capogruppo di Liberiamo Borghetto: "Noi siamo stati i primi, fin dal nostro insediamento, ad annunciare che avremmo rinunciato a questo gettone. Siamo stati pesantemente e cinicamente accusati di averlo dichiarato solo per propaganda ma di non averlo mai fatto, quando invece è da un anno che mettiamo in atto questa procedura. Parole che pesano nei nostri confronti".

Il sindaco Giancarlo Canepa, però, saggiamente, chiede di mettere a tacere qualsiasi polemica: "Ringrazio di cuore tutti i consiglieri, di maggioranza e minoranza, per questo atto di grande responsabilità. E mi spiace per le ingiuste accuse a Liberiamo Borghetto: semplicemente il procedimento non era stato correttamente notificato".

 

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium