/ Cronaca

Cronaca | venerdì 22 giugno 2018, 15:36

Albenga porge l'Estremo Saluto a Don Sappa (FOTO)

La comunità laica ed ecclesiastica oggi lo ha voluto ricordare con profondo affetto e con parole commosse. L'appello dei famigliari: "Raccogliete testimonianze, foto, documenti e portateli a Don Gigi, naturalmente vi restituiremo gli originali, ma ricostruiremo insieme la sua vita e la sua personalità"

Albenga si riunisce nella chiesa del Sacro Cuore per l'ultimo saluto a don Alessandro Sappa.

La comunità laica ed ecclesiastica oggi lo ha voluto ricordare con profondo affetto e con parole commosse.

A ricordarlo il Vescovo Borghetti: "Oggi preghiamo insieme con affetto amicizia e gratitudine per Don Sappa, un pastore estremamente amato e che ha servito sempre il popolo che gli è stato affidato con spirito di servizio gratuito totale e disinteressato. Non ho avuto la gioia di conoscere Don Sappa nella sua giovinezza, ma solo nell'ultima parte della sua vita. Abbiamo celebrato insieme alcune funzioni religiose a Rezzo e lui ha sempre dimostrato di essere attento e preciso assorto nella volontà di trasmettere la parola di Dio.  Don Alessandro era un uomo buono, dotto intuitivo e capace di sognare prospettive ed orizzonti per la sua Chiesa. Era un punto di riferimento  ad Albenga e Imperia e  noi oggi vogliamo ringraziare il Signore per avercelo donato."

"In questi giorni, ma anche prima ho constatato che Don Alesdandro Sappa ha lasciato traccia profonda nei cuori di molti. Tanti oggi sono qui e lo ricordano perché sono cresciuti in oratorio con lui, da lui sono stati sposati o comunicati e in ognuno ha lasciato una traccia che è visibile ed indelebile. Sappiamo di aver avuto un presbitero che oggi intercede per tutti noi e per la Chiesa che ha tanto amato con Dio e nella sua luce risplende".

Parole di profondo affetto e commozione anche quelle di Don Gigi che afferma : "Ricordo con grande affetto Don Sappa e i 32 anni di lavoro passati insieme . Senza nulla togliere a nessun altro lui è stato quello che ha risollevato l'oratorio durante il dopoguerra. Ha unito i giovani e se anche sembrava avere un carattere ruvido e duro, in realtà aveva un grande cuore. Il segno che ha lasciato al Sacro Cuore è stato talmente profondo che anche dopo essere andato via quando abbiamo dovuto prendere qualche decisione per il Sacro Cuore abbiamo sempre pensato ' cosa avrebbe fatto Don Sappa?' e su questo basavamo le nostre scelte".

Conclude Don Gigi: "Don Sappa era anche un profondo teologo, un uomo dotto, ma la sua fede io la ricordo e la vedo tutta in una immagine che non posso levarmi da davanti agli occhi, quella dello scorso ottobre quando insieme siamo andati in pellegrinaggio a Lourdes e lui aveva gli occhi pieni di profondo amore quando ha ricevuto l'ostia".

Don Sappa è stato il primo parroco del Sacro Cuore, da quando la chiesa di via Trieste fu dichiarata sede parrocchiale (1961). E qui svolse la sua attività pastorale sino al 1997, sostituito dall'attuale parroco don Gigi seguiva il MASCI (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani ) e faceva parte dell'Opus Dei.

Ritornò a Sanremo  a raggiungere i suoi famigliari: la sorella Margherita e i nipoti Claudia e Marco, rispettivamente insegnante di lettere e bancario. Era originario di Rezzo, un paesino vicino a Pieve di Teco. In questi ultimi suoi anni di riposo a casa, don Sappa, ogni tanto celebrava Messa a Molini di Triora e presso la parrocchia Madonna degli Angeli di Sanremo.

Al termine della celebrazione funebre la salma di Don Sappa è stata trasportata a Rezzo dove, dopo una seconda messa, verrà tumulato.

Una nota da parte dei famigliari di Don Sappa che oggi chiedono alla comunità ingauna di portare documenti, audio, video o anche solo testimonianze per ricostruire la vita e la personalità di quello che è stato "il parroco del Sacro Cuore di Albenga".

Il materiale, naturalmente sarà restituito, ma se ne farà copia per poter raccogliere una vera e sentita testimonianza della vita di Don Sappa.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore