/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | sabato 23 giugno 2018, 08:00

La Guardia di Finanza di Savona celebra l'anniversario della fondazione e traccia un bilancio delle operazioni poste in essere

Sequestri di beni per 68 milioni di euro nei confronti di grandi evasori. Denunciati 24 soggetti (di cui 2 tratti in arresto) responsabili di condotte di peculato o concussive. Appalti irregolari. Arrestati 10 narcotrafficanti e sequestrati oltre 40 chili fra cocaina, eroina, hashish e marijuana.

Nel corso della cerimonia che, in ossequio al principio di contenimento dei costi, si è tenuta a carattere interno, presso la Caserma Damiano Chiesa di Savona, alla presenza degli Ufficiali e del personale dipendente, di una rappresentanza della locale Sezione A.N.F.I., sono state consegnate alcune ricompense di ordine morale ai militari che, nell’anno in corso, si sono resi protagonisti di significativi risultati professionali nei diversi settori di servizio.

Il Comandante Provinciale, Col. t. ISSMI Giovanni Palma, ha altresì tracciato il bilancio dell’attività operativa svolta dai dipendenti Reparti nell’anno 2017 e nei primi cinque mesi del corrente anno, di cui si riporta una breve sintesi.

LOTTA ALL’EVASIONE, ALL’ELUSIONE E ALLE FRODI FISCALI

Contro l’evasione e le frodi fiscali, anche di tipo organizzato, sono state concluse 629 fra verifiche, controlli in materia di imposte sui redditi, imposta sul valore aggiunto, Accise ed altri tributi. L’attività citata ha consentito di denunciare 60 soggetti responsabili di reati fiscali (di cui 2 in arresto) connessi alla emissione di fatture per operazioni inesistenti ed alla presentazione di dichiarazione fraudolenta, occultamento di documentazione contabile e indebita compensazione di imposte.

In tale ambito, sono stati inoltre individuati 89 evasori totali completamente sconosciuti al fisco. 7 gli interventi eseguiti in materia di fiscalità internazionale.

Sono stati proposti – ed in parte già eseguiti - sequestri di beni e valori per 68 milioni di euro.

183 lavoratori in “nero” o “irregolari” rinvenuti durante l’attività ispettiva. 51 i datori di lavoro segnalati all’A.G..

Sono stati effettuati 166 interventi presso sale giochi e centri di scommesse. Di queste, 5 sono risultate irregolari.

Eseguiti, su tutto il territorio provinciale, anche 5.224 controlli in materia di emissione degli scontrini e ricevute fiscali (di cui il 17,46% irregolari).

CONTRASTO AGLI ILLECITI IN MATERIA DI SPESA PUBBLICA E ALL’ILLEGALITÀ NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Scoperti 10 casi di indebita percezione di erogazioni previdenziali, con la denuncia dei responsabili all’Autorità Giudiziaria Ordinaria/Contabile.

Segnalati alla Corte dei Conti sprechi o irregolari gestioni di appalti per 250 mila euro.

Denunciati all’Autorità Giudiziaria 24 soggetti (di cui 2 tratti in arresto) responsabili di condotte di peculato o concussive per un valore di 700 mila euro.

Effettuati controlli volti a verificare la sussistenza dei requisiti di legge previsti per l’erogazione di prestazioni sociali agevolate e per l’esenzione ticket sanitario. Le irregolarità sono risultate pari al 70%.

CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ ECONOMICO - FINANZIARIA

22 le persone fisiche destinatarie di specifiche ricostruzioni economico-patrimoniali, ai sensi e per gli effetti del D.L. 306/92 e del D. L.vo 159/2011 (disposizioni in materia di misure di prevenzione antimafia). Eseguiti sequestri per 2,8 milioni di euro e inoltrate all’Autorità Giudiziaria proposte di sequestro per 1,9 milioni di euro.

In materia di riciclaggio sono state approfondite 179 segnalazioni per operazioni sospette. Lo sviluppo di alcune di queste ha originato il sequestro di armi da sparo modificate e munizioni illegalmente detenute e l’arresto del pregiudicato che le custodiva, oltre all’individuazione di consistenti redditi occultati al fisco.

Eseguiti 11 interventi in materia di reati fallimentari, che hanno consentito di accertare distrazioni per 12,5 milioni di euro. Segnalate all’A.G. 15 persone fisiche responsabili delle distrazioni, di cui 2 tratte in arresto.

In materia di anticontraffazione, eseguiti 162 interventi sul territorio provinciale e denunciate all’Autorità Giudiziaria 96 persone. Sequestrati oltre 65 mila capi contraffatti ovvero immessi nel mercato privi dei requisiti di sicurezza. Sequestrati, inoltre, 360 chili di prodotti alimentari non conformi alle norme circa la informazione ai consumatori.

Denunciate all’Autorità Giudiziaria 20 persone (di cui 10 tratte in arresto) per traffico di sostanze stupefacenti e sequestrati oltre 40 chili fra cocaina, eroina, hashish e marijuana.

CAMPAGNA ESTIVA

Il Corpo ha assicurato (e continuerà a garantire anche per l’intero periodo estivo) una costante presenza sul territorio, in concorso con le altre Forze di Polizia e nel rispetto delle proporzioni dei rispettivi organici, in materia di tutela dell’ordine pubblico, anche in occasione di eventi e manifestazioni culturali e sportive. In particolare, Nel corso del 2017 e nei primi mesi del 2018 sono state impiegate complessivamente oltre 1.200 giornate/uomo, su richiesta del Ministero dell’Interno o della locale Autorità di P.S., per il concorso nel mantenimento dell’ordine e la sicurezza pubblica, in occasione dei seguenti eventi sensibili: vertice G7 a Taormina, vigilanza al confine di Ventimiglia, presso Terminal Crociere di Savona, presso lo stadio di Savona ed altre manifestazioni sportive, politiche o religiose.

rg

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore