/ Attualità

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | domenica 24 giugno 2018, 10:21

Il Comune di Tovo compie 90 anni, il sindaco Oddo: "Credo sia importante conoscere le radici della nostra storia"

"Dal prossimo autunno, saranno attivati dal Comune una serie di momenti per ricordare questi 90 anni di storia del nostro paese"

 

"Quest’anno il nostro Comune compie 90 anni. Infatti il 6 dicembre 1928, con Regio decreto n. 2971, firmato dal re Vittorio Emanuele II e dal capo del Governo Benito Mussolini, "i comuni di Bardino Nuovo, Bardino Vecchio e Tovo San Giacomo sono riuniti in un unico comune con capoluogo Tovo San Giacomo e denominato 'Tovo San Giacomo'" commenta su Facebook il sindaco Alessandro Oddo. 

"Quel provvedimento, preso di imperio, senza il minimo coinvolgimento della popolazione e portato avanti dai tre Podestà di nomina fascista, rientrava in un più ampio programma di riorganizzazione degli enti territoriali che aveva visto l'accorpamento di numerosi altri comuni liguri (ben 81) ed il cui esempio più clamoroso fu la nascita della cosiddetta "grande Genova" solo due anni prima - spiega - Nel primo censimento del 1931, il nuovo ente contava 1425 abitanti, mentre nel precedente censimento del 1921 i residenti erano 611 a Tovo, 458 a Bardino Nuovo e 337 a Bardino Vecchio (1406). Oggi gli abitanti di Tovo sono complessivamente 2543, di cui 480 residenti a Bardino Nuovo, 431 a Bardino vecchio e 1632 nel capoluogo". 

"L'aggregazione dei tre comuni non fu mai accolta con favore dalle comunità e subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, ci furono molte iniziative ufficiali a livello locale ed anche governativo, per far ritornare la situazione a quella precedente al 1928. Tali iniziative trovarono la loro massima espressione istituzionale nella proposta di Legge del 22 luglio 1950, presentata dai deputati Carlo Russo e Roberto Lucifredi denominata 'Ricostituzione dei comuni di Bardino Vecchio e di Bardino Nuovo in Provincia di Savona'".

"Le vicende dell'epoca collegate ai tentativi di ricreare i tre comuni distinti, sono state ben raccontate nel libro "Tovo San Giacomo 1928 - Ottant'anni di storia tra le carte dell'Archivio Comunale" che il nostro Comune realizzò dieci anni fa proprio in occasione della ricorrenza degli ottant'anni dell'unificazione. A distanza di 90 anni, credo che sia importante per tutti noi ed in special modo per chi è venuto a vivere nel nostro territorio negli ultimi anni, conoscere le radici della nostra storia e la genesi della comunità. Passaggi epocali, anche "violenti" come l'unificazione di Bardino Nuovo, Bardino Vecchio con Tovo San Giacomo, devono infatti servirci per portare avanti un processo di crescita e sviluppo comune messo sempre più spesso di fronte a sfide complicate che solo una comunità coesa e forte, conscia delle proprie origini e del proprio passato, potrà affrontare e vincere".

"Dal prossimo autunno, saranno attivati dal Comune di Tovo San Giacomo una serie di momenti per ricordare questi 90 anni di storia del nostro paese partendo dai documenti conservati nell'Archivio storico comunale che saranno ricollocati nell'edificio che fino l'anno scorso ospitava l'asilo comunale dando così maggiore risalto a questa preziosa raccolta storica - conclude il sindaco Oddo - Da oggi, sul palazzo comunale, è presente questo manifesto (foto) che racchiude i colori del nostro Comune, il bianco e l'azzurro, lo stemma ufficiale dov'è rappresentato il castello dei Folchi le cui rovine sono visibili sull'omonimo colle prima di entrare a Bardino Vecchio ed il logo dei 90 anni realizzato e donato dal nostro concittadino Marco Savio. La grafica dello striscione è opera di Mino Amandola". 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore