/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 29 giugno 2018, 12:47

Operazione "Barba": incastrati tre grossisti della cocaina

I carabinieri del Nor di Albenga hanno arrestato tre uomini di origine marocchina residenti a Toirano: sequestrati circa un chilo e 200 grammi di coca e 60mila euro in contanti.

Operazione "Barba": incastrati tre grossisti della cocaina

I carabinieri del Nor di Albenga al termine dell’operazione anti droga denominata “Barba” hanno arrestato tre uomini di origine marocchina residenti a Toirano, Said Touita, 32 anni, Taoufik El Kassari, 38 e Khalid El Kassari di 35 anni, con l’accusa di spaccio di cocaina ma non solo, erano considerati dei veri e propri grossisti ai quali sono stati sequestrati circa un chilo e 200 grammi di coca e 60mila euro in contanti.

La cocaina che riforniva praticamente tutta Albenga ha dato il via ad un’indagine dettagliata sui pusher locali che ha portato a risalire, grazie al lavoro svolto dai carabinieri ingauni, guidati dal tenente Iacopo Rossi, comandante del Nucleo Operativo e dal maggiore Sergio Pizziconi, comandante della Compagna di Albenga, al primo dei tre grossisti il quale si spostava a bordo di una Toyota Auris.

Seguendo le sue tracce sono risaliti agli altri due, così è partito, coordinati dal pm Chiara Venturi, un vero e proprio pedinamento e intercettazioni che hanno portato all’accertamento di diversi passaggi di cocaina, circa 300 grammi (ogni cessione veniva suddivisa per 50 grammi alla volta e venduta a 80 euro al grammo) tra la Spagna e l’Italia.

Nei giorni scorsi è scattato il blitz che ha portato all’arresto dei tre marocchini a Toirano, Albenga e Ceriale. Lo stupefacente veniva nascosta nell’auto, una Mercedes classe B, utilizzata dal trio, tramite un ingegno particolare, una botola con apertura automatica sotto il sedile comandata elettronicamente tramite i tasti del mezzo che sono stati accuratamente modificati, dietro al contachilometri e nell’impianto dell’aria condizionata. Per questo motivo non è stato semplice recuperare la cocaina ed è stato necessario smontare il mezzo pezzo per pezzo.

Quindi Touita, considerato la mente dell’attività, Khalid El Kassari e Taoufik El Kassari sono stati prontamente arrestati per la detenzione della cocaina ma gli verranno anche contestate le cessioni precedenti.

I tre che sono al momento in carcere saranno ascoltati dal gip Fiorenza Giorgi per la convalida degli arresti.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium