/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | 29 giugno 2018, 13:36

Reati ambientali nell'inchiesta Ferrania Ecologia: avviso di garanzia per il sindaco di Millesimo Pizzorno

"Sono tranquillo. Fino a quando ho ricoperto il ruolo di consulente tecnico sono sempre state effettuate tutte le verifiche richieste. Il compost fuoriuscito è sempre stato di qualità"

Reati ambientali nell'inchiesta Ferrania Ecologia: avviso di garanzia per il sindaco di Millesimo Pizzorno

"Sono tranquillo su Ferrania Ecologia. Fino a quando ho ricoperto il ruolo di consulente tecnico sono sempre state effettuate tutte le verifiche richieste. Il compost fuoriuscito è sempre stato di qualità". Cosi il sindaco di Millesimo Pietro Pizzorno commenta l'avviso di garanzia ricevuto nella giornata di ieri in merito al filone ambientale relativo all'inchiesta su FG Riciglaggi e Ferrania Ecologia (partecipata al 50% dalla stessa FG Riciclaggi) 

Consulente tecnico fino a qualche anno di Fg Riciclaggi e fino allo scorso anno di Ferrania Ecologica (gestore del biodigestore) per quanto riguarda le procedure di Via, Pizzorno è ora dipendete di Duferco Energia.

"Quando ci sono state segnalate difformità, l'uscita dallo stabilimento del compost è sempre stato bloccato. Dal 2017 non svolgo più tale ruolo, ma come dipendente di Duferco Energia mi occupo delle attività di potenziamento dell'impianto" conclude il sindaco Pizzorno. 

IL BLITZ DELLA GUARDIA DI FINANZA (clicca QUI)

Come riportato dalla nostra redazione, il blitz della Guardia di Finanza è scattato mercoledi scorso. Nel corso della mattinata i militari hanno eseguito dei provvedimenti cautelari emessi dal GIP di Savona Alessia Ceccardi (su richiesta del Sost. Procuratore della Repubblica Vincenzo Carusi) nei confronti di 5 soggetti.

In manette sono finiti: Claudio Busca, vice presidente dell’Unione Industriali di Savona, Narciso Cova (entrambi finiti in carcere) e Marta Rosso (ai domiciliari). Obbligo di dimora e firma invece per Claudia Busca, figlia dell’imprenditore e nel consiglio direttivo del Gruppo giovani dell’Unione industriali e Leano Tardito. 

I filoni dell'inchiesta sono due: quello fiscale (in merito ai rapporti FG Riciclaggi ed Eco Coop nel periodo compreso tra il 2012 e il 2016) e appunto quello ambientale con al centro l'operato di Ferrania Ecologia. Secondo le Fiamme Gialle contesterebbero reati connessi alla lavorazione, stoccaggio e smaltimento dei rifiuti non conforme alla normativa di settore.

Graziano De Valle

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium