/ Curiosità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Curiosità | martedì 03 luglio 2018, 18:28

Fiocco rosa in ambulanza, a distanza di 25 anni Grazia cerca le sue "cicogne"

Sulla pagina Facebook “Savona Scomparsa” è apparso il post di quella che oggi è una giovane donna ostetrica e anche lei milite della croce rossa di Vado.

Fiocco rosa sull’ambulanza della Croce Rossa di Vado Ligure, è successo 25 anni fa ed oggi, attraverso i social network, la bimba nata in quella particolare circostanza ha recuperato l’articolo di giornale nel quale si raccontava la sua storia per cercare di rintracciare quei militi che sono stati le sue “cicogne”.

Sulla pagina Facebook “Savona Scomparsa” è apparso il post di questa ragazza che scrive: “Buonasera a tutti! Sono Grazia e sono la "protagonista" di questo articolo di ormai 25 anni fa... Mi sono imbattuta oggi di nuovo in questo articolo dopo tanti anni in cui ho cercato di capire chi erano "le mie cicogne"(ero bimba l'ultima volta che l'ho letto) e mi sono resa conto che ci sono i nomi dei volontari che coraggiosamente si sono ritrovati da soli ad affrontare il parto di mia madre sull'ambulanza...

Ora sono anche io da 7 anni volontaria di Croce Rossa proprio a Vado Ligure, dove sono nata...oltre ad essere diventata un'ostetrica, quella che magari avrebbero voluto avere al loro fianco in quel momento delicato. Mi piacerebbe tanto sapere se questi volontari, a tutti gli effetti le mie cicogne, sono presenti nel gruppo per ringraziarli e complimentarmi perché, nonostante la paura, hanno fatto un buon lavoro”.

Sul  ritaglio di giornale fotografato e postato dalla giovane donna si leggono effettivamente i nomi dei due militi: Luigi Ponticelli e Andrea Briano che rendendosi conto della situazione, 25 anni fa, hanno aiutato la madre di Grazia a partorire.

La speranza della giovane oggi a sua volta volontaria della croce rossa e ostetrica è quella di poter magari rintracciarli per poterli ringraziare.

Mara Cacace

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore