/ Sanità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Sanità | giovedì 05 luglio 2018, 15:50

Anche la ASL2 aderisce alla "Giornata per la prevenzione dell'Ictus"

Questa patologia cerebrovascolare rappresenta la I° causa di disabilità e la III° causa di morte nei paesi sviluppati

Anche la ASL2 aderisce alla "Giornata per la prevenzione dell'Ictus"

Il 7 luglio 2018 si celebra la Giornata di volontariato per la prevenzione dell'ICTUS. La patologia cerebrovascolare rappresenta la I° causa di disabilità e la III° causa di morte nei paesi sviluppati.

In Italia si verificano circa 150.000 casi di ictus all'anno e circa 800.000 sono le persone che ne portano le conseguenze: quindi tale patologia non comporta solo un problema sanitario, ma anche sociale e riabilitativo di enormi dimensioni. In Liguria, la mortalità per Ictus Ischemico si è progressivamente ridotta, attestandosi al 10% dei pazienti colpiti da tale patologia.

Nel corso di questi 15 anni il trattamento terapeutico per queste forme si è modificato e se il paziente è trasportato in un Ospedale adeguatamente attrezzato entro la finestra terapeutica delle 4,5 ore può essere candidato a trattamenti innovativi.

Ogni cittadino può diventare protagonista nella gestione precoce di questi pazienti, cogliendo i classici sintomi della malattia (improvviso deficit di forza ad un braccio ad una gamba, movimenti scoordinati, impossibilità di parlare e/o a comprendere ciò che gli viene detto, bocca ”storta”); in tali casi è necessario chiamare il 112 affinché il paziente venga trasportato tempestivamente in un Ospedale adeguatamente attrezzato.

Sulla scorta di queste premesse e in occasione del XIII° compleanno dell’Associazione Onlus E.Tassinari-B. Grassi per la lotta all'ictus, si terrà il 7 luglio 2018 una giornata dedicata alla prevenzione e al miglioramento delle conoscenze sull’Ictus cerebrale, che si svolgerà presso gli ambulatori siti al Pad. I° Elio dell’Ospedale Santa Corona, negli spazi della S.C. Neurologia di Pietra Ligure diretta dalla dottoressa Tiziana Tassinari.

In tale occasione verranno effettuate visite misurazione della P.A. ed eventualmente, nei pazienti a rischio medio-elevato, ecocolordoppler dei TSA. Il calcolo del rischio verrà effettuato compilando un questionario al momento della visita ma può anche essere eseguito preventivamente online, collegandosi al sito http://3dlabfactory.dibris.unige.it/ictus/.

Un esperto risponderà alle domande poste dai cittadini, al fine di chiarire eventuali dubbi. Per consentire un’adeguata organizzazione verrà garantito l’accesso ai primi 50 iscritti all’iniziativa.

Per prenotare e per ulteriori informazioni possono essere contattati i volontari dell'Associazione al numero telefonico 3382964446 oppure il personale Asl2 al numero 0196232601.

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore