/ Cronaca

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | venerdì 06 luglio 2018, 10:11

Sciopero delle ferrovie francesi: bloccato in Liguria il treno per Lourdes

La sottosezione Unitalsi di Finale Ligure-Albenga-Imperia si è immediatamente attivata per coordinare una grande macchina di soccorsi che sbloccasse il problema

È iniziata in questi giorni la stagione dei pellegrinaggi a Lourdes in treno di Unitalsi. Purtroppo, però, non tutto è andato esattamente per il verso giusto: infatti, a causa di molteplici scioperi attivati in questi giorni dalle ferrovie francesi i treni sono stati spesso fermati e svuotati a Ventimiglia e persone a bordo sono state portate a Lourdes in autobus.

Questo è avvenuto anche stanotte, quando il treno organizzato dalla sezione Unitalsi Marche è stato fermato alle 3:50 ad Arma di Taggia. Alcuni autobus sono stati mandati da SNCF (Société Nationale des Chemins de Fer, le ferrovie statali francesi) a causa di un danno causato dallo stato di agitazione del loro personale a Unitalsi.

Il convoglio è stato così completamente svuotato di malati, personale, pellegrini, bagagli ed è partita la trasferta in bus.

Ci racconta la vicenda Simone Bergallo, presidente della Sottosezione Unitalsi Finale Ligure-Albenga-Imperia: “Si tratta di una situazione di emergenza presa in carico da Unitalsi Ligure, in quanto tutti i treni che vanno da Lourdes passano da qui.  Si è attivata immediatamente una grande macchina che ha coinvolto Questura e Prefettura di Imperia, Protezione Civile, Croce Rossa di Imperia, Seminario Diocesano di Ventimiglia-Sanremo, gli scout di zona, la Caritas, i volontari nel servizio civile di Unitalsi, i vigili urbani di Arma di Taggia, i Carabinieri di Arma di Taggia, la Polfer e l’associazione Oftal, sede di Albenga-Imperia. Tutti questi enti e associazioni, che ringraziamo per la collaborazione, sono stati coordinati da Paolo Zanelli, referente per la Sottosezione di Albenga-Imperia-Finale Ligure. Un grande grazie anche a Gemma Malerba, presidente dell’Unitalsi Ligure”.

Prosegue Bergallo: “Ringraziamo le ferrovie francesi per l’arrivo degli autobus, ma riteniamo comunque inammissibile e inaccettabile che abbiano fermato in una giornata calda di piena estate un treno di pellegrini carico di malati per uno sciopero senza preoccuparsi delle condizioni dei passeggeri”.

Oltre agli scioperi francesi, alcuni lievi disagi si sono verificati anche a Ventimiglia per interventi di ristrutturazione in stazione.

Conclude Bergallo: “Anche coloro che non possono andare ad aiutare di persona in questo momento di disagio pregheranno e hanno pregato affinché vada tutto bene, tra cui le suore di clausura di Imperia. Anche a loro va tutta la gratitudine dell’Unitalsi”.

Alberto Sgarlato

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore