/ Cronaca

Spazio Annunci della tua città

Terranova bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili due maschi solo amanti razza. Nati 16...

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Per il comune di Pietra Ligure (SV) . Ottima zona per presenza Ospedale Santa Corona e turismo, bassi costi di...

Annualmente 800 mt slm così composta: piano terra tavernetta con caminetto, camera letto matrimoniale ,bagno...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Cronaca | martedì 10 luglio 2018, 14:06

Gommone in avaria nei pressi del porto di Varazze

Dopo i primi attimi di preoccupazione tutto si è risolto per il meglio

immagine di repertorio

Gommone in avaria al largo di Varazze. La piccola imbarcazione è stata riportata a riva grazie a un intervento del personale della Capitaneria di Porto e dei vigili del fuoco. Gli occupanti del gommone, non hanno riportato nessuna conseguenza fisica. 

Alle ore 13.30 odierne la Sala Operativa della Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Savona. ha ricevuto una chiamata tramite il numero d’emergenza 1530 relativa a un gommone che a circa mezzo miglio dalla costa, stava effettuando delle evoluzioni senza nessuno a bordo. La Sala Operativa ha subito inviato in zona la motovedetta CP 2110 e allertato anche il mezzo nautico dei Vigili del Fuoco rib02

Giunta sul posto, la motovedetta della Guardia Costiera ha recuperato le due persone sbalzate dal gommone, tratte in salvo nell'immediatezza da un mezzo privato, le quali fortunatamente non hanno necessitato di assistenza medica.

Il gommone da diporto, di 5 metri di lunghezza dotato di  motore fuoribordo avente potenza di 40 cavalli, con due persone a bordo originari di Varazze e di Celle Ligure rispettivamente di 19 e 35 anni, era stato noleggiato in mattinata a Varazze per effettuare una gita lungo la costa.

Dopo aver recuperato i naufraghi, la Capitaneria e Vigili del Fuoco si sono coordinati per mantenere sgombra la zona di transito del gommone e pianificato gli interventi necessari a scongiurare il pericolo qualora il medesimo natante, come detto senza governo, avesse dovuto assumere una rotta verso costa. Di seguito il proprietario dell’unità, con il supporto del personale della Guardia Costiera, si è accostato con un altro battello. Il gommone che navigava in rotta circolare, è stato fermato bloccando con una cime l'elica del motore. 

Sono in corso accertamenti da parte del personale della Guardia Costiera al fine di appurare le cause e la dinamica dell’incidente, probabilmente causato da una prima ricostruzione  dalla poca esperienza e familiarità nella conduzione di un natante (entrambi i diportisti erano sprovvisti di patente nautica in quanto non necessaria per condurre natanti con motori di potenza inferiore ai 40.8 cavalli) e soprattutto dall’inosservanza delle elementari norme in materia di sicurezza come la mancanza del laccetto di sicurezza che in caso di caduta accidentale avrebbe consentito, facendo scattare il pistoncino della chiave,  lo spegnimento automatico del motore. Il tutto si è fortunatamente concluso senza conseguenze per gli occupanti.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore