/ Albenganese

Albenganese | 13 luglio 2018, 19:35

Albenga 2019, Distilo: "Il centrodestra deve compattarsi e scegliere il candidato migliore"

"La città ha bisogno di persone più vicine alla gente comune"

Albenga 2019, Distilo: "Il centrodestra deve compattarsi e scegliere il candidato migliore"

"Il prossimo anno si voterà per scegliere il Sindaco della città di Albenga e  sono usciti i primi nomi su chi possa ambire a tale poltrona - commenta in una nota il geometra Diego Distilo - Personalmente credo che Albenga abbia bisogno di persone più vicine alla gente comune ovvero agli operai, ai disoccupati e a tutte quelle famiglie che mensilmente hanno qualche mal di pancia oltre a capire il problema legato agli imprenditori troppo spesso penalizzati dalla burocrazia comunale". 

"Come può un politico risolvere i problemi "VERI" dei cittadini se i problemi non li ha mai avuti? Come può un amministratore creare lo sviluppo economico e sociale di una città se non conosce davvero le realtà stesse della città che dovrebbe amministrare? Io credo che la prossima amministrazione ingauna debba essere capitanata e avere al suo interno personalità che conoscono e vivono i problemi delle persone ma che sopratutto hanno le idee chiare per risolverli". 

"Per questo ormai da tempo, seguendo il modello del Governo Italiano, guidato dal Movimento 5 Stelle e Lega Nord, con alcuni amici abbiamo approfondito come Albenga dovrà svilupparsi nei prossimi anni e sopratutto gli obbiettivi che dovrà prefiggersi che di seguito elenchiamo - prosegue - Il primo obbiettivo è sicuramente il LAVORO ovvero dovremmo occuparci di creare una società pubblica , magari consorziata con gli altri comuni confinati, per fare le manutenzioni quotidiane cittadine occupando over 50 disoccupati e ragazzi affinché Albenga venga curata con il cuore dagli albenganesi non da ditte che arrivano da altre Regioni". 

"Un altro obbiettivo importante e il ri-appropriarsi del nostro ospedale ovvero dovremmo battagliare con regione e stato per far si che Albenga Abbia nuovamente l'ospedale pubblico funzionante. Dovremmo occuparci del Ciclo integrato delle acque è impensabile che oggi si stia creando un collegamento con borghetto senza sapere realmente se i reflui potranno andarci o se si dovrà optare per un altra struttura che preveda la depurazione di albenga e dei comuni dell'entroterra con un depuratore autonomo (cosi come era previsto a villanova) Altresi dovremmo occuparci del problema acqua cercando di impedire che Albenga porti la sua acqua nell'imperiese senza che i cittadini ingauni siano garantiti che l'acqua non mancherà mai e che la loro tariffa sara quasi nulla". 

"Il PUC dovrà immediatamente essere rivisionato creando un nuovo WATER FRONT su VIALE CHE GUEVARA affinche i primi 100 mt di terra per la lunghezza di circa 3 km divengano turistico ricettivi tale modifiche permetteranno di realizzare nuovi Penneli ( MOLI ) affinche con le correnti marine la sabbia si posizionerà davanti agli scogli creando nuove spiagge per gli ingauni e perchè NO un molo modello Ceriale - prosegue - La sicurezza dovrà essere curata con forze dell'ordine e le nuove associazioni di volontariato di controllo cambiano la turnazione dei nostri circa 50 vigili urbani i quali saranno impiegati nella maggior parte per le strade e nelle ore notturne". 

Infine pensando anche un po al divertimento a campochiesa nella vasta zona agricola abbandonata e non coltivata nascerà il primo parco divertimento stile gardaland cercando investitori privati del settore. Sopra e tanti altri gli obbiettivi in programma sempre con appartenenza ad un'amministrazione civica di centrodestra - conclude Io sono pronto ad accogliere tale sfida e se non si troverà unità d'intenti da solo con tutti gli amici che mi seguono da anni mi occuperò del bene della città". 

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium