/ Attualità

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Attualità | 19 luglio 2018, 16:00

Albenga, Palazzo Peloso Cepolla, Ciangherotti: "Si sta valutando un'ispezione ministeriale"

Ciangherotti: "Un sovrintendente che accetta di tenere chiuso 3/4 di Palazzo Peloso Cepolla, mettendo sotto chiave 107 vasi non mi rassicura per nulla."

Albenga, Palazzo Peloso Cepolla, Ciangherotti: "Si sta valutando un'ispezione ministeriale"

“Sono contento che la Soprintendenza ai Beni Culturali della Liguria, dopo aver letto dei miei dubbi su possibili trafugamenti di reperti storici da Palazzo Peloso Cepolla, tra cui diversi antichi vasi da farmacia in ceramica di Savona, sia intervenuta e, presumo dopo un sopralluogo negato invece ai consiglieri di minoranza, eletti dai cittadini di Albenga, possa affermare che “nessun reperto dell’età preistorica, anfore o vaso dell’antica farmacia è stato trafugato da palazzo Peloso Cepolla”. Aggiungo, però,  che un sovrintendente che accetta di tenere chiuso 3/4 di Palazzo Peloso Cepolla, mettendo sotto chiave 107 vasi non mi rassicura per nulla. Ed è proprio per questo che, ben prima del sopralluogo della Soprintendenza, ho chiesto al senatore di Forza Italia Giorgio Mulè di interessare della vicenda il Ministro dei beni e delle attività culturali del turismo. Il senatore Mulè, nei giorni scorsi, ha presentato al ministro una interrogazione a risposta orale per valutare l’opportunità di una ispezione ministeriale a Palazzo Peloso Cepolla, interrogazione che avrà una risposta tra pochi giorni. Riguardo alle dichiarazioni del sindaco Cangiano sull’opportunità di non fare polemiche, rispondo dicendo che è ora di finirla di trattare come cosa privata il patrimonio culturale pubblico, un patrimonio che in questo momento di crisi potrebbe diventare un volano per l’economia turistica. Nessuno disconosce il lavoro meritevole dell’Istituto di Studi Liguri, mi chiedo perchè la sezione di Albenga non si comporta e investe come fanno altre sezioni come quella di Finale Ligure. La mia non è una sterile polemica, ma un preciso progetto per far decollare la città anche attraverso la cultura e il suo enorme patrimonio storico e artistico”: così Eraldo Ciangherotti, capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale e consigliere provinciale.

cs

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium