/ Politica

Spazio Annunci della tua città

Jordan nato 16/04/2018 magnifico sano cucciolo sverminato ciclo vaccinale completo libretto sanitario e certificazione...

generico settore agricoltura allevamento avicolo a tempo indeterminato azienda agricola del Monferrato (AL) ricerca...

Bellissimi cuccioli neri altissima genealogia americana. Disponibili subito un maschio e una femmina solo amanti razza....

Vendo divano in pelle 3 posti, marca Divani&Divani, colore verde acquamarina chiaro. Ottime condizioni, no macchie,...

Che tempo fa

24 Ore

Cerca nel web

Politica | giovedì 19 luglio 2018, 16:12

Finale Ligure, Davide Badano: "Su Piaggio Aerospace solo strumentalizzazioni elettorali"

Il capogruppo comunale M5S: "Prima di votare un ordine del giorno su un tema così delicato voglio essere informato su che cosa sta accadendo a Roma"

Davide Badano, capogruppo del Movimento 5 Stelle in consiglio comunale a Finale Ligure, entra nel merito della "vicenda Piaggio Aerospace", dichiarando: "Lunedì 16 luglio durante il Consiglio Comunale, alla richiesta di rimandare la discussione sull’ODG presentato dalla maggioranza “a sostegno della prospettiva industriale e occupazionale dell’azienda Piaggio Aerospace”, per poi rimandarlo ad una prossima seduta, che di fatto si terrà tra circa 15 giorni per scadenze amministrative, al fine di informarci, abbiamo abbandonato l’aula, perché era un argomento delicato e non c’era abbastanza conoscenza dei fatti per votare serenamente e con coscienza.

Non eravamo informati su cosa sta accadendo a Roma noi, ma cosa più grave, nemmeno la maggioranza, che ha portato, sulla fiducia e su spinta del PD Finalese, una mozione a dir poco priva di sostanza e di concretezza e tanto più, ipocrita perché basata sui soli racconti faziosi che da qualche giorno a questa parte il PD Finalese va raccontando, non certamente nell’interesse dei lavoratori Piaggio, a cui manifesto il mio pieno sostegno e vicinanza, ma penso che questi mezzi non servano a migliorare la loro posizione.

Infatti la storia è al limite del terrorismo mediatico e psicologico, una cinica vendetta rivolta verso i dipendenti della Piaggio Aerospace, colpevoli di non aver votato in massa il PD alle ultime elezioni del 4 marzo, relegando il partito al ruolo di opposizione, ruolo a cui, per altro si sono relegati da soli, con un comportamento infantile ed irresponsabile da “bambini offesi” a seguito di un pessimo risultato elettorale a cui ancora oggi non riescono a darsene una ragione! Infatti nonostante, sempre a loro dire, il buon operato e l’impegno del Ministro Pinotti e del Parlamentare Vazio, che quando Piaggio, ciclicamente e periodicamente andava in crisi, con l’approssimarsi di tornate elettorali o referendarie, si presentavano a fare passerelle per risolvere tutti i problemi che, puntualmente, come per magia, sparivano per poi ricomparire prima della successiva tornata elettorale o referendaria, e che dopo anni di crisi dello stabilimento di Villanova d’Albenga, prima di Finale, alla sola distanza di circa un mese dalle elezioni, si legge nella “Documentazione per l’esame di Atti di Governo” di Camera e Senato XVIII Legislatura “Acquisizione di aeromobili a pilotaggio remoto della categoria Medium Altitude Long Endurance Atto del Governo n. 2”: “La Ministra della difesa, con lettera in data 8 febbraio 2018, ha trasmesso, ai sensi dell'articolo 536, comma 3, lettera b), del codice dell'ordinamento militare, di cui al decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, la richiesta di parere parlamentare sullo schema di decreto ministeriale concernente l'approvazione del programma pluriennale di A/R n. SMD 04/2017, relativo all'acquisizione, comprensiva del relativo sostegno logistico, di aeromobili a pilotaggio remoto della categoria MALE (Medium Altitude Long Endurance) e potenziamento delle capacità di Intelligence, Surveillance and Reconaissance della Difesa (Atto n. 2, già Atto n. 510 della XVII legislatura).” Ci viene da domandarci: “ma questa commessa militare non ha l’odore di una commessa elettorale?”

Ad un mese dalle elezioni del 4 marzo, solo in data 8 febbraio 2018 la ministra Pinotti chiede alle commissioni difesa di Camera e Senato di esaminare il Decreto per all’acquisto di 10 sistemi costituiti ciascuno di due velivoli ed una stazione di comando e controllo, nonché del relativo Supporto Logistico Integrato (SLI) per un costo complessivo del programma stimato in 766 milioni di euro ripartito tra gli anni 2017 e 2024.

Compito del Parlamento e più in particolare delle Commissioni Parlamentari è quello di, in relazione all'acquisizione dei sistemi d'arma, delle opere e dei mezzi direttamente destinati alla difesa nazionale, svolgere essenzialmente l'esame dei relativi programmi che il Governo presenta alle Camere, per esprimere il prescritto parere di legge, sia che ci sia un governo M5S che un Governo PD ed è quello che sta accadendo.

Oggi i nostri parlamentari stanno valutando il Decreto e forse il contratto, con ponderazione sull’utilità per lo Stato e per la Difesa dell’acquisto di tali velivoli a pilotaggio remoto, cosa che sembra essere per alcune forze politiche cosa dell’altro mondo facendo del vero terrorismo mediatico e psicologico verso i lavoratori Piaggio che in maniera cinica vengono usati dal PD in una sorta di vendetta tesa a sostenere la tesi "avete visto non ci avete votato ed ora il M5S vi lascia a casa". Facendo così passare il MoVimento 5 Stelle per quello che vuole lasciare a casa 1300 persone tra Genova e Villanova d’Albenga non volendo dare seguito alle promesse elettorali di una ministra che ha giocato fino ad una mese dalle elezioni le sue carte, quelle delle commesse pubbliche con soldi pubblici, per farsi campagna elettorale sulla pelle dei lavoratori della Piaggio.

Vecchia storia e vecchia politica. Questo è l’unico dato di fatto. Perché questa commessa non è stata fatta prima? Ed invece solo agli inizi di Febbraio a poco meno di un mese dalle elezioni? Questo modo di fare politica non è nel DNA del Movimento 5 Stelle. Se risulterà che il progetto M.A.L.E. sarà valido e utile lo si porterà avanti altrimenti si darà sostegno all’occupazione in altri modi, così come ha fatto fino ad ora il nostro Vice Premier On. Luigi Di Maio dimostrandosi autorevole nel risolvere altre situazioni di criticità occupazionale … facendo valere le posizioni dei lavoratori e non dei padroni o dei poteri forti, come hanno fatto fino ad ora i precedenti governi, e come in questo caso verso un’Azienda che non ha mai rispettato gli accordi a danno dei lavoratori sempre ed uniche vere vittime. Chiedo al Sindaco di non farsi strumentalizzare dai suoi compagni di viaggio e lo ringrazio per aver riconosciuto la mia posizione in Consiglio".

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore