/ Politica

24 Ore

Cerca nel web

Politica | 19 luglio 2018, 13:00

La Lega fa dietrofront e appoggia il sindaco Caprioglio sul tema rimpasto? Si attende la riunione dei vertici del Carroccio

Martedì l'incontro della Lega cittadina alla presenza di assessori e consiglieri comunali. Ancora da definire il nome del sostituto del senatore e assessore alle politiche della sicurezza Paolo Ripamonti

La Lega fa dietrofront e appoggia il sindaco Caprioglio sul tema rimpasto? Si attende la riunione dei vertici del Carroccio

Possibile appoggio al sindaco Caprioglio. Questa in sintesi la probabile decisione presa nella riunione di giovedì tra i vertici cittadini della Lega alla presenza dei consiglieri e assessori comunali. 

La scelta naturalmente passerà attraverso le riunioni provinciali e regionali ma sembra che il caso del rimpasto come detto durante l’incontro tenga probabilmente fuori dalle discussioni gli esponenti del Carroccio lasciando come protagonisti principali Forza Italia e il gruppo consiliare Vince Savona.

Nelle scorse settimane Edoardo Rixi, segretario regionale della Lega Nord e Roberto Sasso del Verme, segretario provinciale si erano schierati a favore del presidente della Regione Giovanni Toti contro il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio contrario alla decisione della prima cittadina di sostituire la “protetta” assessore alle politiche giovanili Barbara Marozzi, ma un dietrofront verso una linea più attendista e di sostegno alla giunta sembra prevalere anche se come detto si attende il decisivo imminente incontro dei vertici e tutto ancora può succedere viste le diverse frange all'interno dello stesso partito del Carroccio.

Anche se i malumori rispetto alla sempre più insistente “forza decisionale” ricaduta nelle mani dell’assessore al bilancio Montaldo, vicino al neo sindaco di Imperia Claudio Scajola, sembrano non piacere all’interno di Palazzo Sisto e in Regione. Il quadro risulterà essere più chiaro solo dopo il consiglio comunale di martedì 31 luglio dove i voti dei consiglieri di Vince Savona risulterà cruciale soprattutto in merito al bilancio.

Il tema della sostituzione del senatore Paolo Ripamonti come assessore alle politiche della sicurezza è stato al centro del dibattito ma al momento non sembrano aprirsi nuovi scenari anche se il nome del consigliere di Alfredo Remigio, presidente della seconda commissione consiliare si fa sempre più insistente: “Io sono disponibile, ho aspettato due anni, ma non sono stato ancora contattato, i cittadini ci chiedono che vengano rappresentati da chi è stato votato quindi auspico che la scelta ricada verso un savonese eletto” dice Remigio.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium